Il Salotto artistico- letterario “Civico 49” si arricchisce di un nuovo membro: la pittrice Mariella Flammà

Il Salotto artistico- letterario “Civico 49” si arricchisce di un nuovo membro: la pittrice Mariella Flammà

- in Barrafranca, Civico 49

Il Salotto artistico- letterario “Civico 49” di Barrafranca (EN) si arricchisce di un nuovo membro: la pittrice barrese Mariella Flammà. La presentazione ufficiale è avvenuta nella  riunione di mercoledì 22 febbraio 2017 alla presenza degli altri membri. A presentala al Salotto il padrone di casa Gaetano Vicari, che ne ha tracciato i principali aspetti della sua formazione artistica.

Nata a Enna, Mariella Flammà vive a Barrafranca, dove si dedica alle sue opere con impegno e dedizione. Durante l’adolescenza, trascorre un periodo a Milano dove, all’età di quattordici anni, in giro tra pinacoteche e gallerie d’arte rimane rapita di fronte a un quadro del padre del Naturalismo Michelangelo Merisi, detto “Caravaggio”, che diverrà il suo mentore guidandola nel corso degli anni e inducendola a coltivare i generi della pittura Neoclassica. Immediatamente affascinata dal realismo drammatico con cui Caravaggio rappresentava le sue opere, il suo talento innato la spinge a seguire il desiderio di riprodurre i soggetti e le atmosfere dei suoi dipinti, evidenziati dalla particolare illuminazione che quasi conferisce ai corpi, incredibilmente vividi, la capacità di uscire improvvisamente dal buio della scena, generalmente rappresentati su uno sfondo monocromo e illuminati da una luce violenta. Spinta dalla sua passione, la pittrice inizia il suo percorso artistico dalla cultura figurativa lombarda, dando origine alle sue prime opere in apprendistato in una bottega d’arte di maestri bresciani, per poi maturare nel corso degli anni, una profonda preparazione artistica pur facendo affidamento unicamente al suo istinto e talento. La ricerca pittorica dell’artista verte essenzialmente al recupero della pittura e del disegno figurativo, riproponendo e rivalutando disegno, colore e strumenti che si rifanno al Neoclassicismo. Nonostante abbia acquisito esperienze impressionistiche, futuristiche, nonché surrealistiche, l’Iperrealismo rimane il genere che più preferisce rappresentare, delineando così anche il suo personale stile nell’utilizzo dei colori. Tra i soggetti raffigurati, l’artista predilige dipingere figure, nature morte, ritratti, con un’incredibile capacità nell’estrarre dalla realtà l’essenza stessa del soggetto e inoltre paesaggi, in cui si evince l’amore profondo e il rispetto che nutre per l’Arte. Al Salotto la pittrice ha portato alcuni suoi quadri: Natura morta-omaggio a Caravaggio; Aspettami, ti prenderò (ritratto del figlio) e Infertility. Bellissima serata all’insegna dell’arte, svoltasi con convivialità e allegria.

Continua l’opera del Salotto artistico-letterario di accogliere nuovi membri, scelti tra le personalità della cultura e dell’arte barrese e di far conoscere quelle persone che si distinguono nel panorama culturale cittadino e non.

Rita Bevilacqua

 

You may also like

LA POLIZIA DI STATO DI ENNA ONORA IL RICORDO DEL VICE QUESTORE DR GIORGIO BORIS GIULIANO

Nella mattinata di oggi, 21 luglio 2024, la