Polizia e Guardia di Finanza impegnata per il controllo e la sicurezza del territorio a Barrafranca e Piazza Armerina

Polizia e Guardia di Finanza impegnata per il controllo e la sicurezza del territorio a Barrafranca e Piazza Armerina

Predisposti 15 posti di controllo: perquisizioni in aziende rurali e su strada, controllati 105 veicoli

A Barrafranca e Piazza Armerina Polizia di Stato e Guardia di Finanza impegnati in alcuni controlli [comunicato stampa] Nel quadro delle strategie elaborate in sede di Riunione Tecnica di Coordinamento delle Forze di Polizia in Prefettura, il Sig. Questore di Enna, dott. Antonino Pietro Romeo, ha disposto dei servizi di controllo del territorio e di contrasto alla criminalità diffusa, urbana rurale.
Gli uomini della Polizia di Stato, organici alla Squadra Mobile ed al Commissariato di P.S. Piazza Armerina, ed al Reparto Prevenzione Crimine Sicilia Orientale di Catania – unitamente ai militari della Guardia di Finanza di Enna, hanno attuato specifici servizi di controllo del territorio, ponendo in essere numerosi controlli e perquisizioni presso aziende rurali e su strada, effettuando pure accertamenti amministrativi presso attività commerciali.
Nel corso del servizio, che ha visto l’impiego di decine di equipaggi della Polizia di Stato, sono stati raggiunti i seguenti risultati.
Sono stati denunciati, in stato di libertà, all’A.G., la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Enna, n. 2 soggetti, per detenzione di munizionamento da caccia senza licenza; sequestrate nr. 32 cartucce da caccia senza licenza; effettuate n. 8 perquisizioni locali, presso abitazioni ed aziende rurali, alla ricerca di armi e materiali esplodenti detenute abusivamente; identificate n. 150 persone; controllate n. 105 veicoli; effettuare n. 15 posti di controllo; controllati n. 4 esercizi pubblici di somministrazione; contestate nr. 2 violazioni amministrative nell’ambito di altrettante attività commerciali; controllati 35 soggetti con obblighi giudiziari e di polizia (detenuti domiciliari, arrestati domiciliari, sorvegliati speciali di p.s.).
In particolare, sono stati denunciati: P.G., classe 1959, pregiudicato, per detenzione abusiva di munizionamento, ex art. 697 c.p., in relazione all’art. 38 T.U.L.P.S., essendo stato trovato illegalmente in possesso di nr. 32 cartucce cal. 12 presso la sua abitazione; S.F., classe 1974, pregiudicato, denunciato unitamente agli uomini della Guardia di Finanza, per detenzione abusiva di munizionamento, ex art. 697 c.p., in relazione all’art. 38 T.U.L.P.S., essendo stato trovato illegalmente in possesso di nr. 2 cartucce cal. 12 presso la sua azienda agricola, in un fabbricato ubicato in agro di Pietraperzia. I servizi svolti hanno finalità prevalentemente preventive, dei reati e degli illeciti connessi alla criminalità diffusa, in una zona della Provincia di Enna che risulta essere crocevia di più province, caratterizzata sia da un notevole afflusso di visitatori per i siti archeologici presenti, sia da vaste zone rurali e boschive ove si registrano episodi delittuosi legati alla criminalità rurale.

Previous Polizia Stradale. Inizia la campagna Tispol “Edward” (A European Day Without a Road Death)
Next Il Megafono invita la politica locale per affrontare iniziativa sulla sicurezza pubblica