Pietraperzia, approvato il “Piano d’intervento rifiuti”

Pietraperzia, approvato il “Piano d’intervento rifiuti”

- in Pietraperzia





Bevilacqua SindacoPIETRAPERZIA. Lo scorso martedì è stato definitivamente approvato dalla giunta comunale pentastellati di Pietraperzia il piano d’intervento rifiuti  con tutte le modifiche che permetteranno sia di contenere i costi del servizio, sia di ottenere un servizio finalmente efficiente.

“La decisione più importante – afferma il primo cittadino Antonio Calogero Bevilacqua –   è rappresentata dal fatto che a gestire il servizio sarà direttamente il Comune in parte utilizzando personale comunale, in parte personale ATO. Altri comuni hanno deciso di affidare il servizio ad una ditta privata. Questo affidamento sarebbe stato il più semplice da fare: gara d’appalto e tutti i problemi sarebbero stati del privato; ma per i cittadini sarebbe stata l’ennesima mazzata come accaduto con l’affidamento del servizio idrico ad un privato che cerca solo di fare i propri interessi”.

“Altro aspetto di fondamentale importanza – continua il sindaco Antonio Bevilacqua – sarà la modalità di raccolta dei rifiuti: addio ai cassonetti e avvio di un servizio che non sarà un porta a porta di “vecchia” generazione, ma che è stato rivisto alla luce delle caratteristiche di Pietraperzia. Un lavoro egregio è stato svolto dall’ingegnere. Salvatore Patti e dal geom. Giovanni Zarba. Gli stessi tecnici dell’ATO – di solito molto critici nei confronti dei colleghi comunali – hanno fatto i complimenti ai nostri dipendenti”.

Adesso la palla passa alla Regione Siciliana che però sta vivendo dei giorni di particolare confusione. Sembra, infatti, che da Roma siano arrivate pressioni per far cambiare la legge regionale e vietare ai comuni di gestire il servizio. Se questo dovesse accadere sarebbe l’ennesima sconfitta della classe politica siciliana. L’amministrazione comunale di Pietraperzia con coraggio ha fatto una scelta che va contro corrente. Ha evitato che i cittadini fossero vessati di orpelli esosi che ingrossare i privati. E’ certamente u na scelta epocale che contro corrette.

Conclude il sindaco: “Alea iacta est” (Il dado è tratto).



You may also like

BARRAFRANCA. Scontro tra una Ford “Fiesta” ed un autobus. Il bilancio è di due feriti.

L’incidente stradale si è verificato verso le ore