Iniziative in ricordo della “Grande Guerra” e un omaggio all’eroe militare, il generale Cascino

” Oltre ad una mostra fotografica con cimeli della Prima guerra mondiale è stata ricordata una figura di un eroe come il generale Antonino Cascino. Devo ringraziare tutti quanti hanno collaborato così come la presenza Brigata Aosta”. Queste le parole di Paolo Orlando, autore di un libro sul generale Cascino e che grazie al Centro Armerino studi Amministrativi (C.A.S.A.), il patrocinio  del Rotary Club Piazza Armerina con Piergiovanni Oberto  e il comune di Palermo, ha organizzato una iniziativa lodevole in ricordo di chi si è immolato per la patria. Ad essere presenti il sindaco della città dei mosaici, Miroddi, il sindaco di Aidone, Lacchiana, il presidente del Rotary Club di Piazza Armerina, Oberto ma anche il generale dei carabinieri, Di Martino, il colonnello Puntel, il maggiore Cannizzaro, il capitano Bulla e poi anche il maggiore dell’esercito Di Bartolo, il quale ha portato anche i saluti del generale Veltri del comando della Regione Sicilia. E poi ancora l’ispettore regionale delle Guardie D’Onore del Pantheon, Restivo, il ten. Berittelli dell’associazione nazionale “Bersaglieri” della sezione di Nicosia e il presidente della sezione “Ex Combattenti e Reduci” di Barrafranca con il presidente Nicoletti. Tra le numerose presenze anche alcuni “Marines”di Sigonella e il corpo militare della Croce Rossa Italiana. La figura del generale Antonino Cascino è stata ricordata nella piazza
dedicata all’eroe di Piazza Armerina: l’ Esercito Italiano ha reso omaggio con alcuni brani musicali eseguiti magistralmente dai componenti della Brigata meccanizzata Aosta. Paolo Orlando, presidente del  Centro Armerino Studi Amministrativi, e organizzatore dell’evento, ha ricordato come il Centenario della Grande Guerra è un modo per riappropriarsi di quei valori patriottici di cui i militari della “Grande Guerra” ne sono stati vera testimonianza. La Brigata Aosta si è esibita anche in piazza Garibaldi, nello spazio antistante la sede del Circolo di Cultura e dove nel salone è stata inaugurata la mostra del primo conflitto mondiale. A presentare l’iniziativa davanti la sede del Circolo di Cultura, è stato il segretario del Casa, Ettore Paternicò; subito dopo la benedizione di mons. Antonino Scarcione, mentre a seguire il taglio del nastro con la presidente Copat, Lucia Giunta. All’interno di questa iniziativa nella sala dell’ Hotel Villa Romana, poi la presentazione del libro “Cascino” dove autore è Paolo Orlando, e patrocinato dal Rotary Club Piazza Armerina. Un testo molto curato nei particolari con contenuti storico-biografici curati da Giuseppe Claudio Di Giorgio e che entra a far parte del patrimonio storico culturale di Piazza Armerina grazie ad un eroe militare come il Generale Cascino.

Previous La Barrese deve vincere domenica contro il Real Suttano per passare il turno dei play off
Next Aidone si prepara a festeggiare SAN FILIPPO APOSTOLO