Giuseppe Bonasia coltiva la sua passione e il suo sogno si avvera: frequenta il corso di cinema d’impresa al “Centro sperimentale di Cinematografia” a Milano

Frequenterà un corso di tre anni con altri 12 giovani colleghi. Direttore della sede è Bartolomeo Corsini mentre direttore artistico è Maurizio Nichetti

Giovane barrese supera la selezione tra i candidati di tutta Italia per frequentare il corso di cinema d’impresa al “Centro sperimentale di Cinematografia” a Milano. E’ il 21enne Giuseppe Bonasia che per tre anni frequenterà nella struttura milanese il corso di cinema d’impresa e pubblicità che ho lo scopo di formare un profilo professionale per la realizzazione di progetti come la regia e produzione ma anche scrittura e le fasi importanti del cinema d’impresa.  Direttore della sede milanese è Bartolomeo Corsini mentre direttore artistico è Maurizio Nichetti. Giuseppe Bonasia diplomatosi nel 2015 all’istituto Agrario (Ipsar) di Barrafranca ha coltivato sin da adolescente la passione per la musica, sin dalla giovane età, a soli 13 anni, ha fatto il Dj e acquisito nozioni importanti su video e fotografia svolgendo anche diversi workshop a San Marino ma anche in alcune città dell’isola come Catania e Cefalù. Questa passione non arriva per caso in quanto il papà Filippo è un amatore e appassionato di video mentre il fratello Salvatore lavora con la  fotografia e a breve sarà anche un modo per essere un lavoro in un luogo in cui tanti giovani vanno via. Giuseppe Bonasia è prima di frequentare il corso era conosciuto per aver contribuito a fare video di alcuni cantautori famosi come “La conta dei ladroni” nel 2013 ambientato a Barrafranca, e poi quella de “U Friscu” girato nel centro storico di Barrafranca e Centuripe, grazie al cantautore Paolo Russo. Un lavoro concepito nella modalità <<made in Barrafranca>> che ha portato i suoi frutti anche in termine di promozione artistica e culturale dell’ennese. Un altro video che ha avuto successo nel web a livello internazionale è quello di Anthony La Pusata che fa parte del gruppo musicale inglese “Chord” con due video, “Science” nel 2014 girato nella cittadina barrese (nella struttura dismessa barrese ex Amandes)  mentre “Someone” nel 2015 nell’agrigentino nella Scala dei Turchi e nella diga Olivo. Un lavoro che lo ha portato adesso a frequentare uno dei corsi che lo potrebbe portare ad una crescita professionale.

Previous Lo spettacolo-evento “AISA…mente fantastica. Magus in fabula MENTALIST”
Next Prima Categoria, girone H. Barrese perde 3-0 a Mussomeli ma è ancora viva la corsa ai play off