Atti vandalici all’ interno dell’area verde della scuola “Leonardo Sciascia”

Cosa determina tanta violenza con la voglia di distruggere beni che appartengono alla comunità barrese? E se questo venisse fatto nella sfera privata in cui vivono gli ignoti che commettono questi danni? Sono solo due delle domande che scaturiscono da un colloquio con diversi barresi dopo che si è diffusa la notizia di un atto vandalico all’interno della struttura scolastica “Leonardo Sciascia” nei giorni scorsi. All’interno dell’area verde della scuola, forse alcuni ragazzi, avrebbero scavalcato la ringhiera e avrebbero usato violenza verso una panchina e un grande vaso di cemento riempito di terreno. C’è chi si lamenta di una mancata vigilanza da parte delle forze dell’ordine ma al di la di questo si dovrebbe partire dall’origine del problema, molto più complesso, e dove di sicuro manca il rispetto verso le cose di pubblica utilità che non sono “degli altri” ma appartengono a “TUTTI” i cittadini barresi.

Previous Don Giacomo Zangara: " Misericordia significa perdono. Come Gesù ha perdonato anche noi dobbiamo perdonare"
Next Castello Ursino Bookshop (CUB) compie un anno: ha dato un contributo sull'offerta culturale a vantaggio del territorio