Progetto “ Accoglienza e Orientamento” presso la scuola DON MILANI di Barrafranca

progetto Accoglienza e Orientamento scuola DON MILANI Proseguono, presso la scuola secondaria di primo grado Don Milani di Barrafranca (EN), le attività del progetto “ Accoglienza e Orientamento” rivolto agli alunni delle classi prime e terze.  Il progetto, promosso e coordinato dal dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo “San Giovanni Bosco” prof.ssa Luigia Perricone e dalla F.S. prof.ssa M. Zerilli, si articola in vari moduli attraverso i quali gli alunni, già dal primo anno, sono aiutati a individuare e valorizzare le capacità, conoscenze e competenze che consentiranno loro di effettuare scelte mirate e, contemporaneamente, di conoscere se stessi, le proprie attitudini e aspirazioni affinché possano diventare protagonisti di un personale progetto di vita e siano in grado di affrontare la realtà in modo attivo, paritario e responsabile.

A tal fine, la scuola, secondo un calendario prestabilito, ha programmato con gli Istituti di Istruzione  secondaria superiore del territorio degli incontri, degli stage formativi e delle attività di laboratorio, in modo da portare  a conoscenza degli alunni delle terze classi i vari indirizzi di studio e orientarli verso una scelta il più possibile consapevole e mirata. Sono state organizzate anche visite guidate presso specifici istituti di scuola superiore.

progetto Accoglienza e Orientamento scuola DON MILANI Gli alunni delle classi prime hanno invece partecipato con interesse a una serie d’incontri su tematiche riguardanti le dinamiche di gruppo, la comunicazione tra pari e la conoscenza di sé. Tali tematiche hanno favorito il loro inserimento nel nuovo ambiente scolastico e l’integrazione nel gruppo-classe di appartenenza accompagnandoli in una fase particolare della loro crescita. Gli incontri, iniziati nel mese di ottobre, sono stati indirizzati in una prima fase agli alunni delle classi IB e IC e stanno proseguendo attualmente nelle classi IA e ID dell’Istituto. Le attività sono state condotte dalle dott.sse Carlucci e Arena, che hanno coinvolto gli alunni in ore antimeridiane con interventi finalizzati a far acquisire forme di autostima, di fiducia in sé, di autocontrollo, di apertura verso gli altri, adulti o pari. Gli alunni si sono aperti al dialogo e hanno gradito le modalità di lezione partecipata, interagendo attivamente nei giochi simulati e nelle azioni di confronto proposte, nelle fasi di riflessione guidata sul valore del gruppo, sulla consapevolezza di far parte di un gruppo, sulle dinamiche della comunicazione, sulla capacità di gestire la conflittualità, di conoscere meglio se stessi per aprirsi positivamente agli altri. I docenti interessati nelle rispettive ore con la loro partecipazione hanno sottolineato la valenza formativa ed educativa del progetto, facendosi coinvolgere e diventando parte attiva nei ruoli assegnati.

Previous Pietraperzia, reddito minimo, operai licenziati in attesa del decreto
Next DOPO GINO PALASCINO RIVIVE IL CARNEVALE A PIETRAPERZIA