IL VALORE DEL VOLONTARIATO ed EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ tra i progetti della Scuola Secondaria “Don Milani”

Progetto EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ scuola Don MilaniMercoledì 03 febbraio 2016 presso la Scuola Secondaria “Don Milani” dell’Istituto Comprensivo “S. G. Bosco” di Barrafranca (EN) si sono tenuti due incontri, il primo per promuovere il valore del volontariato tra le giovani generazioni, nato nell’ambito del progetto “Legalità” e il secondo incontro con il Comandante della Compagnia dei Carabinieri di P. Armerina, il Capitano Vincenzo Bulla, che s’inserisce nell’ambito del progetto “ Educazione alla legalità”, referenti prof.sse Gina Patti e Concetta Ciulla.

Progetto EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ scuola Don MilaniL’educazione alla cittadinanza e alla solidarietà è parte integrante del Piano dell’offerta formativa, POF, dell’Istituto, guidato dalla dirigente Luigia Perricone. L’iniziativa, promossa dalle FF.SS prof.sse Gina Patti e Concetta Ciulla, ha visto coinvolti i ragazzi della scuola media del plesso Don Milani”, che nel corso del primo quadrimestre hanno approfondito tematiche legate al mondo del volontariato. I ragazzi hanno avuto il piacere di conoscere la dott.ssa Stella Arena che ha spiegato ai ragazzi che il volontariato è un’attività libera e gratuita svolta per ragioni di solidarietà. Può essere rivolta a persone in difficoltà, alla tutela e valorizzazione dell’ambiente e promuovere la cultura della solidarietà. Il volontario, ribadisce la dott.ssa, è la persona che, in modo spontaneo, si rende disponibile al servizio gratuito e disinteressato alle persone o alla comunità, dedicando tempo, professionalità e passione. Inoltre ha evidenziato l’obiettivo dello sportello antiviolenza, che è quello di dare aiuto alle donne vittime di violenza, ascoltandole sia telefonicamente sia accogliendole allo sportello con personale specializzato quale psicologhe, avvocate e operatrici, elaborando percorsi di aiuto in base al caso specifico.  L’Associazione gestisce 3 sportelli antiviolenza, Piazza Armerina, Enna e Barrafranca.  Presente anche, in qualità di volontaria, la dott.ssa Ausilia Costa che ha illustrato, agli alunni delle classi 2 A/B/C/D, le regole e gli aspetti principali di questa associazione.

Progetto EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ scuola Don MilaniNella stessa giornata si è svolto l’incontro con il Comandante della Compagnia Carabinieri di P. Armerina, il Capitano Vincenzo Bulla, che s’inserisce nell’ambito del progetto “ Educazione alla legalità”. L’iniziativa è stata rivolta agli studenti delle classi 1 B e uno C del plesso “ Don Milani”, al fine di favorire lo sviluppo di comportamenti civili e responsabili e far crescere la consapevolezza che il rispetto delle regole migliora la qualità della convivenza. L’incontro è stato introdotto dalla dirigente scolastica Perricone che ha ringraziato il Capitano e il nuovo Comandante della locale Stazione Carabinieri, Pasquale Scordella, per la loro presenza nell’Istituto, ponendo l’accento sull’importanza del loro ruolo all’interno della società quale garanzia di Legalità. La dirigente si è soffermata sul senso dell’Educazione alla Legalità a Scuola che è il primo luogo dove si vive la LEGALITA’, attraverso il raffronto con gli altri e il rispetto delle regole che impongono una precisa condotta. Nel corso dell’incontro il Capitano Bulla ha affrontato temi di grande attualità, proponendo agli studenti spunti di riflessione sui comportamenti socialmente accettabili. Numerosi gli argomenti discussi e spiegati con chiarezza agli studenti. Ogni argomentazione è stata poi trattata in relazione alle sanzioni civili e penali cui si può incorrere, dotando i giovani di una vasta informazione che li ha visti interessati e seri all’ascolto. Il Capitano ha sottolineato che l’educazione alla Legalità è tesa a valorizzare il ruolo della scuola nella comunità civile e la Dirigente, ringraziando l’Arma dei Carabinieri, ha ribadito la stretta interconnessione tra l’azione dello Stato, della Famiglia e della Scuola per la formazione della cittadinanza attiva e consapevole dei giovani che si fonda su due principi essenziali: Diritti e Doveri.

Previous Il comitato organizza l'ultimo giorno del Carnevale coinvolgendo le scuole primarie
Next Il commissario Pio Guida proroga l'incarico a due componenti del nucleo di valutazione per il comune