Tra le tante novità in campo finanziario, il 2015 appena trascorso ha portato anche un leggero aumento della possibilità di spesa degli italiani, a cui è seguita una vera e propria impennata della richiesta dei mutui, come non accadeva da tempo

Tra le tante novità in campo finanziario, il 2015 appena trascorso ha portato anche un leggero aumento della possibilità di spesa degli italiani, a cui è seguita una vera e propria impennata della richiesta dei mutui, come non accadeva da tempo

Se perciò siete tra coloro che si sono decisi a compiere questo passo, ecco alcuni consigli su come non scegliere avventatamente, accingendosi sempre ad un confronto dello spread mutui e magari usufruendo di prestiti come ad esempio quello di Rata Bassotta di Ibl Banca.

Come ogni prodotto bancario, anche quello dei mutui presenta dei tassi di interesse, che vengono determinati dalle banche stabilendo prima il tasso di riferimento (Eurirs o Euribor secondo che il mutuo sarà a tasso fisso o variabile) e poi mettendolo in rapporto con lo spread (in pratica un differenziale tra la domanda e l’offerta). Ovviamente più basso sarà lo spread, minore sarà il tasso di interesse da pagare e migliori saranno le condizioni per poter chiedere un mutuo come quello di Rata Bassotta di Ibl Banca. Ma come fare per mettere a confronto gli spread relativi ai mutui calcolati da ciascuna banca? Una soluzione potrebbe venire dal web, ad esempio dai comparatori online. Un confronto spread mutui attraverso un comparatore può avvenire in due modi: o semplicemente consultando le tabelle con tutti gli indicatori già forniti (nome della banca, tipo di mutuo a scelta tra tasso fisso, tasso variabile o variabile con CAP) oppure, in alternativa, inserendo alcuni dati richiesti (età, provincia di residenza, reddito, valore dell’immobile, importo del mutuo, etc). In questo modo si potrà capire quanti anni dovrà durare il mutuo ideale, quanto si potrà chiedere alla banca e che rata si dovrà pagare mensilmente al migliore TAEG. Si tratta, insomma, di un metodo comodo e pratico per ottenere informazioni precise. Ovviamente bisognerà anche specificare la finalità, se si tratta di una una surroga mutuo, oppure di acquisto, liquidità, ecc.

Oggi anche per pagare il mutuo di una casa sono diverse le banche che propongono soluzioni interessanti. Tra queste Ibl Banca ha lanciato già da alcuni anni Rata Bassotta, una modalità di prestito personale, cessione del quinto e mutui che presenta rate basse molto diluite nel tempo. Un esempio di possibilità di mutuo consiste nel richiedere 160 mila euro pagabili in 30 anni con una rata mensile dall’importo di circa 667 euro. Questo tipo di mutuo può essere però richiesto solo come cessione del quinto. Per avere tutte le informazioni dettagliate su Rata Bassotta basta collegarsi al sito web di Ibl Banca, calcolare il preventivo online e poi leggere tutti i dettagli della proposta finanziaria.

Previous Imprese giovanili e femminili. Nuovi finanziamenti a tasso zero.
Next Il quartiere Santa Croce a Piazza Armerina protesta per gli immigrati in arrivo