Approvato emendamento all’Ars sull’acqua pubblica. I comuni potranno scegliere o meno se aderire all’Ato.

Approvato emendamento all’Ars sull’acqua pubblica. I comuni potranno scegliere o meno se aderire all’Ato.

Palermo. L’assemblea regionale siciliana oggi ha approvato l’importante emendamento secondo cui i comuni che non hanno aderito ancora all’Ato Idrico potranno scegliere se aderire o meno. Questo importante traguardo è una battaglia vinta da parte dei comitati cittadini dell’acqua. L’on. Luisa Lantieri si era fatto carico delle 3mila e 500 firme dei barresi che hanno espresso la volontà dell’acqua pubblica e non gestita dall’Ato Idrico.  “ Ringrazio tutti i cittadini e tutte le forze politiche – afferma il rappresentante comunale del comitato Acqua Pubblica, Angelo Ferrigno – che hanno contribuito alla raccolta delle firme. Ringrazio l’on. Luisa Lantieri che si è resa disponibile per una problematica così importante”. La raccolta firme a Barrafranca è iniziata nel mese di giugno e con successo ha superato le aspettative e questo conferma come che la cittadinanza vuole che l’acqua resti pubblica. Angelo Ferrigno durante la discussione della legge all’assemblea regionale si è fatto portavoce della cittadinanza barrese ed ha presentato i tanti fogli con le 3 mila e 500 firme all’on. Luisa Lantieri. “ Fortunatamente il comune di Barrafranca – afferma Ferrigno – dal 2005 con il sindaco Marchì, quando allora ero vicesindaco, poi con la mia amministrazione e quindi, con quella attuale di Lupo ha resistito ai vari solleciti della Regione e diffide per aderire all’ Ato”. L’emendamento generale, invece nel pomeriggio è stato approvato. L’emendamento si riferisce alla <<< Legge 2 del 2013 nelle more dell’approvazione della legge di cui al comma 5 i comuni che non hanno consegnato gli impianti ai gestori del servizio idrico integrato, continuano la gestione diretta>>. La votazione finale della legge potrebbe essere approvata all’Ars in tarda serata.

Previous Rievocazione storica a Pietraperzia: Corteo Medievale e investitura di Abbo I Barresi
Next Crollo di un balcone nel centro storico dovuto ad un camion. Tanta paura e per fortuna nessun ferito.