Studenti del liceo artistico ennese  in collaborazione con la scuola di formazione del centro orafo Tarì espongono le copie di gioielli della Patrona di Enna.

Studenti del liceo artistico ennese in collaborazione con la scuola di formazione del centro orafo Tarì espongono le copie di gioielli della Patrona di Enna.

Lunedì a Enna mostra dei “Gioielli della Madonna della Visistazione” nella sede dell’Hotel Federico II da parte degli studenti del Liceo artistico regionale. I gioielli saranno delle copie riprodotte dagli studenti del liceo artistico regionale in collaborazione con il Taridesignschool di Marcianise (Caserta), scuola di formazione del centro orafo Tarì. Sarà presente alla mostra il direttore della scuola di formazione, dott. Andrea Romano. La mostra avrà inizio a partire delle 17,30 presso l’hotel Federico II di contrada Salerno e a fare gli onore di casa sarà la dirigente dell’istituto ennese, prof. Grosso Concetta. L’iniziativa coincide con i preparativi della festa della Patrona di Enna che si festeggia il prossimo 2 luglio. Il sodalizio con la scuola campana è l’esempio di come sia tradizione e storia camminino insieme. Il distretto orafo campano vanta ben duemila anni di storia. Già al tempo di Federico II di Svevia (1194-1250) sono documentati a Napoli diversi laboratori orafi e si ritiene che sotto Carlo II d’Angiò (1248-1309) sia stata costituita la prima corporazione di orefici. È a partire dalla fine del Quattrocento, sotto il dominio aragonese, che comincia a svilupparsi una vera e propria scuola napoletana dell’oro.

 

Previous Raccolta firme contro Acquaenna. Oggi e domani i barresi possono firmare la petizione popolare
Next Estate 2015 nei comuni dell'ennese e del nisseno con "Virginia" vincitrice del programma televisivo Amici. Ad organizzare il tutto è stato chiamato il giovane Filippo Monica di New Style Animation