Tutti per una/ 5 edizione. A vincere è stata la solidarietà: raccolti circa 3 mila euro da destinare alla ricerca contro la Sla

Raccolti 2945 euro da destinare alla ricerca sabato scorso durante la quinta edizione della giornata della solidarietà “Tutti per Una” in piazza Fratelli Messina dove si sono succeduti diversi attori locali e anche tre compagnie teatrali provenienti da diversi comuni ennesi. Ancora un successo per questa manifestazione che ha riscontrato un successo di pubblico ma non solo, perché la solidarietà verso chi soffre a Barrafranca continua anche spezzando un ritmo di vita quotidiana con quattro risate. Apprezzati gli sketch locali di cui regista è Michele Faraci ideatore e coordinatore delle edizioni fin qui svolte. “ E’ una iniziativa lodevole – afferma Michele Faraci – perché non sembrerebbe vero ma il teatro unisce tante persone. Da mesi abbiamo organizzato questo evento dove il fine ultimo è stato quello di destinare fondi per la ricerca per la Sla”. Presenti durante l’iniziativa, oltre al referente Aisla Enna, Michele La Pusata, il referente Aisla Caltanissetta, Davide La Pusata. L’Aisla Enna, dove il gruppo di volontari è numeroso, da tempo è diventato un punto di riferimento a livello nazionale per le tante iniziative che riesce a concludere con risultati positivi. Belle le parole sul palco lette da “u zi pinuzzu” Spagnolo il quale sulla sua sedia a rotelle nonostante la sua malattia non ha smesso di dire che nonostante la disabilità, e con voce rigogliosa, <<vuole vivere>>, quasi un grido di tanti a cui il timbro della voce è scomparso ma continua a vivere attraverso lo <<splendore degli occhi>> e l’energia seppur dei pochi movimenti. A patrocinare l’evento è stato il comune di Barrafranca dove i componenti dell’amministrazione erano presenti tra cui il sindaco Salvatore Lupo. Una nota di merito da parte dell’associazione Aisla oltre ai gruppi è andata ai due presentatori Peppe Tambè e Ausilia Giadone. Premiati sul palco anche due giovani disabili sulla sedia a rotelle che dimostrano ogni giorno l’attaccamento alla vita come Francesco Cravotta e Serena Tummino. “ Ringrazio tutti per la magnifica serata” – afferma un Michele La Pusata emozionato. Bravi nell’organizzazione anche Fabrizio Faraci, Paolo Salvaggio e company.

“Il gioco delle coppie” con gli attori Lillo Giusto, Gianluca Guerreri, Concetta Mirisola, Angelo Avola e Gaetano Ingala e Michele Faraci (presentatore); poi con la scenetta “In Farmacia” Fabrizio Faraci, Lucia Marchì, Sebastiano Bongarrà e Lucia Lupo; poi “Ficarra e Picone – La Nascita” con Luigi Geraci e Damiano Aquila. Hanno dato la loro adesione la compagnia teatrale “I Guitti” di Enna con “Pericolosamente” di Eduardo De Filippo con gli attori Gaetano Libertino, Maria Luisa Catalano, Lucio Giunta e Andrea Lo Gioco. Anche i soci Aisla hanno preparato uno sketch “Titanic” grazie ad Angela Lupo, Sebastiano Bongarrà, Fabrizio Faraci e Lucia Lupo. C’è stata anche la compagnia teatrale “Nico..satireggiando Nicosia” con Dina Gullotta, Mario Fascetta e Giuseppe Maggio. Presente anche la compagnia NCT “Il Canovaccio” di Leonforte con Sonia Inveninato, Loredana Lo Pumo, Federico Fiorenzo, Rosario Lo Grasso, Alessandra Cordoba e Sandro Rossini. A concludere gli ultimi due sketch sono stati “Scarafaggio” con Totò Ligotti e Ausilia Giadone e poi  il gruppo “Aisla” con “Oggi sposi” grazie ai sorprendenti  e determinati Luigi Zibella e Daniela Monaco la cui unione ha fatto capire ai presenti come la risata possa arrivare anche dal dialetto napoletano.

Un plauso, oltre alle varie associazioni locali, va anche a Radioluce in particolare a Gino Crapanzano, Giovanni Ferro e Giuseppe Nicolosi per aver contribuito a tanti malati di Sla e a molti emigrati di vedere tramite internet lo spettacolo live. Prova ne è che anche dopo giorni il video è molto cliccato. Grazie.

 

Previous Il monumento ai caduti della “Grande Guerra”
Next Dipendenti ex provincie a Palermo, poche speranze e qualche promessa