Granfondo Nibali. A Messina non ha fatto mancare la presenza l’associazione ciclistica barrese

Granfondo Nibali. A Messina non ha fatto mancare la presenza l’associazione ciclistica barrese

Buona prova per i tesserati dell’associazione ciclista Barrese che domenica hanno partecipato a Messina alla prima edizione “ Granfondo Nibali”.
C’è soddisfazione per l’unica associazione ciclistica dell’ennese che ha partecipato al leader del ciclismo mondiale, il messinese Nibali, campione indiscusso del Tour de France.
Dopo Nicosia anche la tappa messinese per i ciclisti barrese è stato un modo per dosare tutte le proprie energie e concludere una delle due competizioni, la medio fondo che prevedeva 92 chilometri di percorso. A prendere parte della gara il presidente Salvatore Salvaggio, Mirko Tropea e poi i vari Giuseppe Messina, Claudio Grillo, Alessandro Pilumeli, Luca Tambè e Gaetano Avola, i quali hanno ottenuto un buon tempo con una prestazione da incorniciare. “ E’ bello essere apprezzati da altre realtà e dagli organizzatori per la prestazione svolta dai nostri tesserati – afferma  il presidente dell’associazione ciclistica Barrese, Salvatore Salvaggio – questa è una realtà che con le varie difficoltà sta crescendo e speriamo di avere la collaborazione di tutti perché il ciclismo è uno sport che devi avere nel sangue e tanti sono i barresi che sono appassionati”. Nella due giorni di Messina assieme al gruppo barrese era presente anche il pietrino Filippo Caffo, il quale a Nicosia durante la competizione subì durante una caduta una frattura scomposta alla spalla ma che è voluto essere presente per stringere la mano al campione messinese Nibali. L’associazione ciclistica Barrese nata da poco tempo ha già circa 30 tesserati tra barresi e pietrini ed ha partecipato alle prime manifestazioni sportive con risultati soddisfacenti. Durante la premiazione lo stesso Nibali ha parlato di alcuni disguidi da superare in vista delle edizioni future, esaltando comunque i valori e l’intensità di una lunga e suggestiva giornata di sport tra le vie della sua città natale. Da sottolineare infine come parte del ricavato proveniente dalle quote di partecipazione verrà devoluto in beneficienza all’associazione “Amici di Edy”. Dopo Messina però la mente per i dirigenti dell’associazione va all’organizzazione della cicloturistica “Città di Barrafranca” prevista per il 31 maggio, un percorso di 75 chilometri con partenza da Barrafranca (piazza Regina Margherita) per poi passare da Pietraperzia, Pergusa, Piazza Armerina. Infine, il ritorno a Barrafranca. “ La manifestazione – conclude Salvaggio – è aperta non solo a tesserati di associazioni ciclistiche ma anche a tutti gli amanti o appassionati di questo sport”. Intanto i tesserati stanno ultimando tutte le richieste di autorizzazioni necessarie per l’iniziativa.
Previous Festival di Musicultura. La comunità barrese può votare fino a domenica 17 maggio su Facebook per Paolo Russo. Molti barresi sperano che il cantautore riesca ad essere uno dei due più votati per accedere direttamente alla finale.
Next Aspettando l'apertura della chiesa di San Francesco