Ex Rmi: per un lavoratore dallo sciopero della fame in comune all’ospedale

Ex Rmi: per un lavoratore dallo sciopero della fame in comune all’ospedale

Oggi pomeriggio un lavoratore, ex Rmi, Giuseppe Rosa che assieme ad altri due colleghi hanno iniziato lo sciopero della fame e della sete, si è accasciato a terra ed è stato necessario la chiamata di un medico. Vista la situazione che stava degenerando è stato chiamato il 118 che ha inviato un’ambulanza da Pietraperzia con medico a bordo. Giuseppe Rosa era disidratato e per la disperazione ha adottato una protesta per rivendicare le mensilità dovute dalla Regione. Già nella sera di lunedì per i tre manifestanti, Giuseppe Rosa, Gaetano Privitello e Alessandro Messina era stato chiamata la guardia medica il quale li aveva visitati e trovato Rosa in condizioni precarie. La protesta dei lavoratori ex Rmi è iniziata lo scorso 8 aprile con l’occupazione dell’aula consiliare. Il sindaco proprio oggi ha inviato una comunicazione ai vari enti e al prefetto di Enna, Fernando Guida, comunicando già lo stato precario sia fisico e psicologico dei tre manifestanti. “Nutro seria preoccupazione che la situazione possa degenerare – afferma il sindaco Lupo – e ritengo ancora più urgente un intervento per la risoluzione delle problematiche da me più volte rappresentate sia per le vie brevi, sia per iscritto”. Rosa è stato trasportato in ospedale ad Enna per degli accertamenti ed è stato accompagnato dal cognato e dal sindaco Lupo.

Previous MONI OVADIA recita in siciliano la tragedia “LE SUPPLICI” di Eschilo
Next La storia e le foto della chiesa di SAN BENEDETTO