BARRAFRANCA. Carabinieri all’Istituto Comprensivo Europa sul tema Bullismo e Cyberbullismo.

BARRAFRANCA. Carabinieri all’Istituto Comprensivo Europa sul tema Bullismo e Cyberbullismo.

- in Barrafranca

Giovedì 11 aprile il comandante della compagnia dei carabinieri di Piazza Armerina, Capitano Fabio Armetta, e il comandante la stazione Carabinieri di Barrafranca maresciallo Rosario Alessandro, hanno incontrato gli studenti delle classi terze della scuola secondaria di primo grado “Giovanni Verga” dell’Istituto Comprensivo “Europa ” di Barrafranca. All’incontro  hanno partecipato circa 70 alunni e molti
insegnanti. Presente anche la dirigente scolastica Maria Filippa Amaradio e le insegnanti Giuseppina La Rosa e Maria Stella Barbagallo, referenti d’Istituto per l’area bullismo e cyberbullismo. Il comandante, dopo la proiezione del video sulle funzioni dell’Arma dei Carabinieri, ha avviato un dialogo improntato a stabilire un legame di fiducia e condivisione tra i giovani allievi e le Istituzioni. Ha illustrato metodi corretti e sicuri per navigare nel Web ed evidenziato alcune condotte illecite come” l’hate speech e il sexting” che  vedono coinvolte categorie di utenti  particolarmente vulnerabili quali i minori. Nel corso dell’incontro
sono stati, inoltre, analizzati la disciplina – introdotta con la Legge n. 71 del 2017 – in materia di cyberbullismo e i rimedi che la società ha a disposizione per prevenire ed, eventualmente, segnalare azioni pregiudizievoli. La curiosità dei ragazzi è stata attirata in particolare da due argomenti: l’adescamento on-line da parte di sconosciuti che, grazie alle caratteristiche della rete, riiescono a “mascherarsi” da loro coetanei e la responsabilizzazione nella condivisione di immagini private, anche solo con amici.
Gli studenti sono stati, inoltre, invitati a riflettere sull’impatto che il loro comportamento ha sull’altro, sapendo distinguere la linea che separa un comportamento consueto e dannoso da uno che addirittura costituisce reato. Si è giunti alla conclusione che:”Essere consapevole di sé è il primo passo per combattere il fenomeno del bullismo e del cyberbullismo”. GAETANO MILINO

You may also like

PIETRAPERZIA. Celebrata la giornata della Legalità. Quattro alberi intitolati ad altrettanti giudici uccisi dalla mafia.

La manifestazione, nella mattinata di martedì 28 maggio