Significativa commemorazione a carattere  artistico-storico-letterario  e musicale,  a cura degli  alunni  del Plesso “G. Verga”e degli alunni delle V classi dei Plessi “Europa” e “L. Sciascia”.

Significativa commemorazione a carattere  artistico-storico-letterario  e musicale,  a cura degli  alunni  del Plesso “G. Verga”e degli alunni delle V classi dei Plessi “Europa” e “L. Sciascia”.

- in Barrafranca

Giorno 1 febbraio, alla presenza della DS Prof.ssa Amaradio Maria Filippa, e dei docenti della Scuola Secondaria I grado e delle classi V della Scuola Primaria si è celebrato il giorno della memoria, una giornata di ricordo ma anche e soprattutto di difesa di ciò che abbiamo e di monito per arginare le ondate di odio e di discriminazione inaccettabili che accadono ancora oggi

«Il nostro agire il nostro fare deve essere improntato sui valori di libertà e di rispetto per la vita e le persone tutte e non deve intaccare in alcun modo la loro dignità» ha  dichiarato la Dirigente Amaradio.

Davanti l’aiuola dell’ingresso principale del Plesso Verga, adornata con fiori di Crocus gialli, realizzati in gomma eva dai ragazzi  di tutte le classi,  gli alunni della 1B e 1C, hanno aperto la manifestazione illustrando il significato del  fiore  simbolo della Shoah.

 La celebrazione è continuata   davanti  al “Muro della Memoria”, un muro speciale, pieno di  immagini di tanti  volti e di   tante “pietre d’inciampo” con i  nomi incisi.

Due alunne della classi 2A e 2C hanno spiegato chel’installazione artistica è stata  realizzata con  gli insegnanti di Lettere, di Arte e di Tecnologia,   per far  toccare letteralmente con mano la vita di ciascuna persona , vittima dell’olocausto oppure  ricordata come GIUSTO  per aver aiutato  molti ebrei a nascondersi  e sfuggire alla furia nazista. Le  pietre d’inciampo sono state realizzate con dei  piccoli blocchi di argilla cotta sui quali  sono stati incisi  i nomi  dei deportati e dei giusti con la scritta : “Io non dimentico”.

Nel secondo momento della giornata, alcuni alunni della 3E e della 3D hanno ripercorso la storia della Shoah , attraverso la proiezione di alcune immagini  . Ha fatto seguito la drammatizzazione “ Aushwitz, perché”, a cura degli alunni 3A,3B,3C e 3D, inframmezzata da  esecuzioni musicali  da parte dell’orchestra della scuola  e da una canzone  in lingua francese.

Un ulteriore momento significativo  della celebrazione, ha visto protagonisti  gli alunni  delle classi quinte della scuola primaria, guidati dalle rispettive insegnanti, con l’illustrazione di un libro sfogliabile  e di cartelloni, con la recitazione di poesie ed esecuzione di canti e brani musicali.

La memoria non è ciò che ricordiamo, ma ciò che ci ricorda affinché gli errori commessi non si ripetano…PIÙ!

You may also like

PIETRAPERZIA. Ha varcato i confini della Sicilia il ritrovamento  delle 4 Virtù di Antonello Gagini.

Infatti il quotidiano “Repubblica” di giovedì 11 aprile