“Noi siamo quelli che stavamo cercando”. Parte la protesta degli agricoltori e allevatori siciliani.

“Noi siamo quelli che stavamo cercando”. Parte la protesta degli agricoltori e allevatori siciliani.

- in Comunicati Stampa

Lunedì 22 gennaio 2024 inizieranno i presidi davanti alle prefetture di Palermo e di Enna. Nel frattempo gli agricoltori e gli allevatori delle province si stanno organizzando per dare vita a numerosi altri presidi in tutta la Sicilia. “I costi produttivi, ormai schizzati alle stelle, hanno messo in ginocchio – dice Franco Calderone – l’intero settore, a fronte di un prezzo di vendita dei prodotti finiti che, nella gran parte dei casi, non permette di rientrare dall’investimento iniziale”. “Le politiche europee e nazionali – dice ancora Franco Calderone – rischiano di portare alla morte dell’agricoltura e dell’allevamento in Sicilia, con la conseguente perdita di centinaia di migliaia di posti di lavoro e l’emigrazione di tanti, troppo siciliani all’estero”. “La mobilitazione degli agricoltori e degli allevatori – conclude Franco Calderone – è iniziata e non accenna ad arrestarsi. La Sicilia Alza La Voce”. GAETANO MILINO 

You may also like

PIETRAPERZIA. Ha varcato i confini della Sicilia il ritrovamento  delle 4 Virtù di Antonello Gagini.

Infatti il quotidiano “Repubblica” di giovedì 11 aprile