PIETRAPERZIA. “La Perla di Rubinos”. È il titolo dell’opera prima della scrittrice barrese Maria Catena Sansone.

PIETRAPERZIA. “La Perla di Rubinos”. È il titolo dell’opera prima della scrittrice barrese Maria Catena Sansone.

- in Pietraperzia

​l libro – 571 pagine, edito in proprio – verrà presentato Sabato 9 dicembre 2023 alle ore 16,00 nel locali della Società Operaia “Regina Margherita” di Piazza Vittorio Emanuele. Tra i relatori il professore Diego Aleo. L’autrice si presenta e ci spiega l’opera. Chi è Maria Catena Sansone? “Sono di origine siciliana – mio padre infatti era originario dell’isola – e di madre lucana. Ho trascorso la mia infanzia a Carbone (provincia di Potenza), un paesino che si trova alle pendici del Parco Nazionale del Pollino. Qui troviamo un palcoscenico naturale. Ci sono paesaggi mozzafiato, vette maestose e rimango affascinata da quei luoghi. E da lì inizia il mio germoglio”. “Poi proseguo gli studi – aggiunge Maria Catena Sansone – ad Empoli (provincia di Firenze) – ormai ero una adolescente – e lì sono rimasta profondamente colpita dall’Arte Rinascimentale che vi è in quelle realtà che davano quelle profonde sensazioni del vissuto di altri tempi, (Empoli è la massima espressione dell’Epoca Rinascimentale). Poi sono rientrata in Sicilia e attualmente vivo a Barrafranca, un paesino dell’entroterra siciliano”. Maria Catena Sansone ha lavorato – per diversi anni e come articolista al Comune di Pietraperzia ed è rimasta colpita positivamente dalla gentilezza, dalla bontà, e dalla disponibilità dei pietrini con cui continua a mantenere otttimi rapporti di amicizia. “Sarei lieta e onorata – dice Maria Catena Sansone – della presenza del sindaco Salvuccio Messina, della Giunta Municipale, del presidente del Consiglio Comunale Pino Micciché, del Comandante di Polizia Locale Giuseppe Principato, del Comandante Carabinieri della stazione cittadina Luogotente Giuseppe Geraci e della cittadinanza pietrina. La “Perla di Rubinos” quante pagine conta? “Il libro è composto da 36 capitoli e 571pagine. É un libro di Genere Fantasy dove chiunque si può rispecchiare. Quello che conta è che, all’interno del cuore di ognuno di noi, si risvegli quel bambino assopito, quel fanciullino che abbiamo dentro tutti noi. Basta guardare il mondo con occhi diversi, con gli occhi del bambino che, purtroppo, la realtà frenetica dei tempi hanno un pochino, nei giovani e in tutti noi, messo da parte”. Qual’è la casa editrice? “Ho scelto un modo diverso di pubblicare, ho scelto Direct Publishing e non mi sono avvalsa di case editrici perché i costi – per chi è all’esordio – sono esorbitanti e non ci si può permettere di affrontare queste spese. Il libro, pubblicato su Amazon, costa 22 euro oltre ai costi di spedizione. Chi è abbonato ad Amazon Prime non pagherà la spedizione”. “La presentazione dell’opera – dice ancora la scrittrice barrese – sarà un momento di riflessione per tutti noi. Anche se è un Genere Fantasy, è il pretesto per interrogare e interrogarmi i quesiti che vi sono all’interno dell’anima. Il titolo del libro è La Perla di Rubinos. È un genere molto particolare. Infatti Rubinos è lo spirito vitale che guida, che denota i guerrieri prescelti e predestinati verso quei valori morali del loro mondo, un universo fantasioso e immaginario che è in preda alla brama di conquista dell’Oscuro Indegno, (l’eterna lotta tra il bene e il male)”. “Infatti noi troveremo – aggiunge Maria Catena Sansone – diversi regni con diverse etnie, quindi con il rispetto di altre etnie nonostante la loro diversità. I prescelti, i predestinati sono accompagnati, nelle loro missioni, da alcuni maghi che potranno accompagnarli soltanto durante il loro viaggio ma, durante le prove da sostenere nello loro missioni, non potranno intervenire perché subentra il libero arbitrio”. “Il volume – conclude Maria Catena Sansone – viene illustrata con l’immagine a colori della copertina e in bianco e nero per quelle all’interno del libro stesso”. GAETANO MILINO

You may also like

ENNA. Medici di Medicina Generale e Chirurghi ospedalieri alleati per combattere le patologie oncologiche addominali.

Con l’evento di sabato 17 febbraio 2024 si