PIETRAPERZIA. La scuola “Vincenzo Guarnaccia” e l’Arma dei Carabinieri assieme nella “Giornata della Legalità 2023”.

PIETRAPERZIA. La scuola “Vincenzo Guarnaccia” e l’Arma dei Carabinieri assieme nella “Giornata della Legalità 2023”.

- in Pietraperzia

La sinergia tra la scuola e i Militari dell’Arma in prosecuzione del Progetto alla Legalità, referente la professoressa Rosalinda Nicolosi, per avvicinare le  Forze dell’Ordine ai cittadini. La Giornata nella ricorrenza del 31° anniversario della strage di Capaci del 23 maggio 1992. Al progetto hanno preso parte alunni e docenti della Scuola Secondaria di Primo Grado dell’Istituto Comprensivo “Vincenzo Guarnaccia”. Ad accompagnare gli alunni presso la caserma carabinieri di viale Don Bosco, il dirigente scolastico Giovanni Bevilacqua, l’insegnante Caterina Salvaggio – collaboratrice del dirigente scolastico – e i professori Rosalinda Nicolosi, Antonella Vasile, Paolo Gallina, Gianluca Vece, Maria Pititto, Elisa Copia e Salvatore Nicolosi. A fare gli onori di casa  e ad accogliere il dirigente scolastico Giovanni Bevilacqua, gli alunni e i docenti, il luogotenente Giuseppe Geraci, comandante la stazione carabinieri cittadina. All’arrivo, alzabandiera e Inno di Mameli. Subito dopo il luogotenente Giuseppe Geraci ha fatto la storia della caserma carabinieri di Pietraperzia e illustrato le “attività” svolte dai carabinieri durante il loro lavoro. Prima di passare ad illustrare le attività svolte dai Militari dell’Arma, alcuni alunni hanno letto dei pensierini contro la mafia e in ricordo di Giovanni Falcone e di tutti i caduti per mano mafiosa. In primo piano un cartello con la foto di Giovanni Falcone e la scritta “

Occorre compiere fino in fondo il proprio dovere, qualunque sia il sacrificio da sopportare, costi quel che costi, perché è in ciò che sta l’essenza della dignità umana” (Giovanni Falcone). In primo piano anche un altro cartellone con le immagini di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e di otto caduti per mano mafiosa e la scritta in rosso “L’esplosione che ha scosso le coscienze”. Un altro cartellone molto significativo e le scritte “La mafia uccide, il silenzio pure” e “Restano le loro tensioni morali e continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini”. Molto belle anche  le quattro stampe a colori che riproducevano i volti di Francesca Morvillo e dei tre agenti della scorta di Giovanni Falcone:  Rocco Dicillo, Antonio Montinaro, Vito Schifani, La scuola “Vincenzo Guarnaccia” ha offerto ai carabinieri degli omaggi floreali.

Subito dopo il luogotenente Giuseppe Geraci, l’intervento del dirigente scolastico Giovanni Bevilacqua. Il dirigente scolastico ha posto l’accento sulla importanza della Legalità non solo nella ricorrenza della strage di Capaci e degli altri fatti di sangue che hanno fatto, per mano mafiosa, numerose vittime. Subito dopo gli interventi, i militari dell’Arma hanno invitato alunni e docenti a visitare i locali della caserma. Durante la visita, sono stati mostrati tutti i “Ferri del mestiere” utilizzati dai carabinieri durante le loro attività tra cui la paletta di ordinanza, il  giubbotto antiproiettile, i dispositivi visivi di segnalazione, lo scudo, gli elmetti  oltre alle auto di servizio e alle componenti che fanno parte di tali macchine. Al termine della visita, il luogotenente Giuseppe Geraci, a nome dell’Arma dei Carabinieri di Pietraperzia, ha donato alla scuola “Vincenzo Guarnaccia” una targa presa in consegna dal dirigente scolastico Giovanni Bevilacqua. Nella targa lo stemma dell’Arma dei carabinieri e la scritta “Legione Carabinieri Sicilia. Stazione di Pietraperzia. All’Istituto Comprensivo “Vincenzo Guarnaccia” Pietraperzia per il costante e nobile contributo che ogni giorno donate ai nostri piccoli Cittadini. II Edizione ‘Giornata della Legalità’. Pietraperzia 23 maggio 2023”. GAETANO MILINO      

You may also like

PIETRAPERZIA. Celebrata la giornata della Legalità. Quattro alberi intitolati ad altrettanti giudici uccisi dalla mafia.

La manifestazione, nella mattinata di martedì 28 maggio