Barrafranca. Spaccio di sostanze stupefacenti, controlli dei Carabinieri di P.Armerina

Barrafranca. Spaccio di sostanze stupefacenti, controlli dei Carabinieri di P.Armerina

- in Barrafranca

Continua a produrre risultati positivi l’attività preventiva di controllo svolta dai militari della Compagnia Carabinieri di Piazza Armerina. Nell’ambito della giurisdizione di competenza, è stato predisposto un minuzioso controllo del territorio negli ultimi giorni finalizzato a garantire ai cittadini una maggiore percezione di sicurezza. In particolare, nell’ambito dei controlli mirati alla prevenzione e al contrasto del traffico e della diffusione delle sostanze stupefacenti, nonché delle condotte di guida in stato di alterazione psicofisica, sono stati effettuati servizi straordinari con l’impiego di militari dipendenti della Compagnia della città dei mosaici. I controlli hanno interessato sia il centro urbano che le zone periferiche, in particolare i comuni di Barrafranca e Pietraperzia. L’aumento delle pattuglie dell’Arma presenti sul territorio, oltre che finalizzato alla prevenzione e al contrasto alla commissione dei reati, ha avuto l’intento di aumentare il senso di sicurezza percepito su tutto il territorio. Sono stati eseguiti numerosi controlli, in particolare, nei luoghi interessati dalla movida e frequentati maggiormente dai giovani. Nel dettaglio, a Barrafranca,due persone del posto venivano trovate in possesso di sostanza stupefacente del tipo cocaina e marjuana. La modica quantità trovata, consentiva ai giovani di essere segnalati alla Prefettura quali assuntori di sostanze stupefacenti. Nel corso dei servizi dedicati venivano, inoltre, controllati oltre 70 veicoli ed elevate numerose contravvenzioni al codice della strada, tra le quali l’uso del telefonino durante la guida, comportamento quest’ultimo che contribuisce sempre più spesso a produrre incidenti stradali, a volte anche con esiti mortali. GAETANO MILINO

You may also like

PIETRAPERZIA. Celebrata la giornata della Legalità. Quattro alberi intitolati ad altrettanti giudici uccisi dalla mafia.

La manifestazione, nella mattinata di martedì 28 maggio