La consulta degli Studenti di Enna sul caso della studentessa di Milano

La consulta degli Studenti di Enna sul caso della studentessa di Milano

- in Enna

Una ragazza di 20 anni è stata trovata morta la mattina di mercoledi 1 febbraio, nei bagni dell’università lulm di #Milano, nell’edificio 5 che si trova su via Santander e da dove si accede anche al Giardino lulm, al  residence e al caffè letterario. A dare l’allarme un custode all’apertura dell’ateneo, intorno alle 6:45. Accanto al corpo, i carabinieri hanno trovato una lettera in cui m parlava dei suoi “fallimenti nello studio”. leri i genitori avevano denunciato la sua scomparsa. La ragazza è stata trovata con una sciarpa attorno al collo, con una estremita legata alla porta nei pressi delle aule studio. I carabinieri della stazione Barona e della sezione Investigazioni scientifiche del nucleo investigativo che hanno effettuato i rilievi hanno trovato un biglietto nella borsetta in cui la 20enne manifestava l’intenzione di suicidarsi.

La studentessa ha manifestato la volontà di compiere questo gesto estremo a seguito di un “fallimento negli studi”.

La CPS ENNA ha approvato un documento sulla salute e benessere degli studenti che presenterà alle istituzioni sulla base di sondaggi svolti all’interno degli Istituti della Provincia. L’istituzione dello psicologo di base gratuito e della figura del ‘mental coach’ nelle scuole si configurano come priorità! 

Andrea Greco 
Presidente CPS Enna
Flavio Fiore 
Presidente commissione Salute e Benessere

You may also like

LA POLIZIA DI STATO A CONTATTO CON GLI STUDENTI DELL’ISTITUTO COMPRENSIVO “GIUSTI SINOPOLI” DI AGIRA IN OCCASIONE DELLA “GIORNATA DELLA LEGALITÀ”

Nella mattinata odierna personale della Polizia di Stato