PIETRAPERZIA. Ancora un’opera dallo scrittore, cantautore  e artista Angelo Maria Di Gregorio.

PIETRAPERZIA. Ancora un’opera dallo scrittore, cantautore e artista Angelo Maria Di Gregorio.

La sua ultima fatica è il libro “Taccuino di viaggio interiore (2020-2022)”. Autoproduzioni Malanotte. Collana  “ProfondileAli”. Costo 20,00 euro”. Nel volume è allegato un Cd dal titolo “Tutti positivi”, 12 brani inediti più uno a sorpresa. Nel Cd è stampata la foto di Vincenza Iarìa – “Nonna Vicé” – (nonna paterna dell’autore), oltre alla scritta “Angelo M. Di Gregorio e 12 brani inediti”. Nella parte bassa del Cd lo stemma e la scritta “Autoproduzioni Malanotte”. La prefazione al volume è di  Don Giovanni Mazzillo. Angelo Maria Di Gregorio è Angelo Maddalena. Lui, invece di scrivere, come autore del volume, Angelo Maddalena, ha scritto Angelo Maria Di Gregorio come segno di omaggio a sua madre, Maria Di Gregorio, morta il 21 marzo 2020 per Covid. L’autore, nella quarta di copertina, presenta l’opera e scrive: “Un po’ saggio, ma poco, un (bel) po’ di narrativa ‘quotidiana’ che apre a un oltre o forse a un ‘altro’ quotidiano, molti scritti brevi, fra poesia e preghiera, e qualche aforisma: qua e là una goccia di Quasimodo, Adriana Zarri, ecco: un viaggio interiore con alcuni ‘maestri’ che fanno capolino, ma soprattutto una raccolta di appunti e frammenti, con alcuni passaggi che segnalano l’ateismo facile di molti individui che spesso finiscono ‘in balìa di dèi minori’, come direbbe. Eric Emanuel Schimitt. Nella stessa quarta di copertina si legge ancora: “Angelo Maria Di Gregorio non riesce a smettere di scrivere e cantare. Questo è il suo nuovo libro, dopo quasi due anni dall’ultimo (A piedi in un mondo sospeso, con il Cd allegato “A piedi e in canto”)”. “Rispetto al ritmo degli ultimi anni – è scritto ancora nella quarta di copertina del volume – (almeno due titoli all’anno) c’è speranza che il suo ego si possa riposare dopo l’”emorragia terapeutica” che, tra il 2020 e il 2022 lo ha costretto a pubblicare due libri e due monologhi teatrali, oltre che decine di canzoni. Tutti positivi, (brano che dà il titolo all’album), La gita dei migranti, Cattolico scettico, De Liguritudine, Canta il sogno del mondo (di Davide Maria Turoldo), insieme ad altri otto brani inediti, compongono l’album allegato al libro.

Oltre alla chitarra dell’autore, c’è una seconda chitarra, violino e mandolino di Fra Del. Mixaggio a cura di Biagio Accardi”. Questo un estratto della prefazione al libro a cura di Don Giovanni Mazzillo: “Il libro che avete tra le mani è un diario ed è più di un diario. Documenta momenti importanti della vita del «mistico errante», come l’autore ama chiamarsi. Che abbia invitato proprio me, un prete teologo ormai avanti negli anni, a scrivere una prefazione, deve avere una ragione, mi son detto prima di cominciare a leggere il manoscritto. In realtà vi ho trovato la risposta. Queste pagine, molte delle quali raccontano incontri, pensieri, annotazioni e persino rimandi a libri ed altre pubblicazioni, sono intrise di teologia. Sì, di quel sapere sui generis, a cui da parte di molti viene negata persino la dignità di essere una “scienza”, ma che è pur sempre il tentativo di cogliere in se stessi, nei propri aneliti di bellezza e di Grazia, qualcosa di Dio, per la stessa ragione che vi si protrae e ne avverte la presenza, come una sporgenza alla quale ci si aggrappa e che rimanda sempre oltre, mentre inquieta. È proprio questa una delle chiavi per entrare in questo mondo che da intimo e personale reclama ben altro: l’apertura del proprio io a ciò che lo supera, a costo di essere socialmente diverso dagli altri. Troppo diverso, sì da giustificare sintesi vibranti come questa: «Non ho fatto altro che annullarmi e suicidarmi / socialmente / così facendo mi si sono aperte porte di vitalità e / creatività / rinascita e leggerezza… / e apertura al mondo, all’altro e all’oltre». GAETANO MILINO

Previous Annuncio servizi funerari agenzia G.B.G. sig. Costa Alessandro di anni 89
Next ENNA. Continua da parte dell’associazione di volontariato ong Luciano Lama la distribuzione di generi di prima necessità a famiglie in difficoltà di Enna.