GUARDIA DI FINANZA. Il Generale Di Corpo D’Armata Andrea De Gennaro è il nuovo Comandante in Seconda della Guardia di Finanza

GUARDIA DI FINANZA. Il Generale Di Corpo D’Armata Andrea De Gennaro è il nuovo Comandante in Seconda della Guardia di Finanza

Nella giornata di martedì 15 novembre 2022 si è svolta, presso la Caserma “Generale B. Sante Laria” del Comando Generale a Roma, la cerimonia di avvicendamento nella carica di Comandante in Seconda della Guardia di Finanza, tra il Generale di Corpo d’Armata Giuseppe Vicanolo e il Generale di Corpo d’Armata Andrea De Gennaro. Alla cerimonia, che si è tenuta alla presenza del Comandante Generale della Guardia di Finanza, Generale di Corpo d’Armata Giuseppe Zafarana, hanno partecipato i Vertici del Corpo e una rappresentanza di Ufficiali, Ispettori, Sovrintendenti, Appuntati e Finanzieri in forza al Comando Generale. Il Generale Zafarana ha ringraziato, a nome di tutte le Fiamme Gialle, il Generale Vicanolo, destinato a ricoprire, quale Ufficiale in servizio, altro prestigioso incarico, per l’impegno e la collaborazione profusi con la massima generosità e professionalità in questi due anni di intensa attività e ha rivolto al nuovo Comandante in Seconda, il Generale De Gennaro, un caloroso “benvenuto” nel nuovo importante incarico nell’ambito del quale fornirà il proprio apporto di esperienza per il raggiungimento delle missioni istituzionali, prima fra tutte quella di contribuire alla tutela della sicurezza economica e finanziaria dell’Italia e dell’Unione Europea. Il Generale Andrea De Gennaro, plurilaureato e titolato presso la Scuola di Polizia Tributaria, nel corso della sua carriera ha ricoperto incarichi operativi e di Stato Maggiore di primissimo piano in tutti i settori che caratterizzano l’attività della Guardia di Finanza. Da ultimo, nel grado apicale, è stato Comandante Interregionale dell’Italia Centrale. GAETANO MILINO

Previous PIETRAPERZIA. Oltre 40 donne hanno partecipato alla campagna di Screening per Il tumore al seno.
Next GDF CATANIA. Operazione Antimafia tra Sicilia e Lombardia. eseguite 24 ordinanze di custodia cautelare in carcere