Barrafranca. L’esito dell’incontro tra i tecnici barresi e la commissione.

Barrafranca. L’esito dell’incontro tra i tecnici barresi e la commissione.

Barrafranca. A seguito di una lettera, primo firmatario Calogero Pistone, firmata dai tecnici barresi, e da tutti condivisa, si è svolto l’incontro con la commissione prefettizia.

Alle ore 16 del 3 Agosto c.m. presso la sala consiliare del comune di Barrafranca, come anticipato in un precedente articolo, si è tenuto un incontro tra i Tecnici Liberi Professionisti locali, Ingeneri, Architetti e Geometri per la trattazione di tutte le problematiche portate all’attenzione della Commissione Prefettizia riguardanti temi di interesse comune.

E se  “Non si è fa attendere la risposta della Commissione Prefettizia alla richiesta dei tecnici”, i tecnici Barresi non si tirano indietro, controbattendo  con una presenza massiccia all’invito della Commissione Prefettizia. 

Presenti alla riunione oltre alla totalità dei tecnici Barresi, il responsabile dell’Albo dei Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Enna, il Vice Presidente dell’ordine degli architetti paesaggisti e pianificatori della Provincia di Enna.

La Commissione Prefettizia Dott. La Vigna, Dott.ssa Salerno ed il Dott. La Paglia, il Responsabile del IV Settore, Dott. Ing. Eugenio Diliberto, i tecnici sovraordinati nominati dalla Commissione Prefettizia ed i tecnici supervisori Nominati sempre dalla Commissione Prefettizia.

I temi trattati sono state le richieste avanzate all’or quando fu richiesta una riunione urgente da parte dei tecnici Barresi alla Commissione Prefettizia, che ricordiamo erano:

  • Modifica all’art. 7 e 7 bis delle norme di attuazione del programma di fabbricazione attinenti la problematica del Centro Storico;
  • Organizzazione dell’Ufficio Urbanistica con la dotazione di personale Amministrativo e Tecnico;
  • Riordino del settore con raggruppamento in un’unica sede;
  • Dotazione all’ufficio di strumentazione idonea alla trattazione delle pratiche.

Nella riunione è stato sottoposto alla Commissione anche la imminente entrata in vigore del Regolamento Edilizio Tipo Unico emanato con Decreto Presidenziale dalla Regione Siciliana con tutte le problematiche che, lo stesso, porta con se.

La riunione si è svolta nella più ambia collaborazione tra tecnici liberi professionisti e Organi di Governo.

Vi è stato un confronto schietto e sereno sia con la Commissione Prefettizia che con il Responsabile di Settore, il quale ha riconosciuto tutte le difficoltà rappresentate dai Tecnici e si è fatto garante, in prima persona di portare in breve termine le soluzioni ai problemi sollevati.

Gli impegni assunti dalla Commissione Prefettizia e dal Responsabile di Settore al termine della riunione sono state:

  • Deliberare  in tempi brevi la variante all’art. 7 e 7bis delle norme di attuazione che consentirà di potere operare in centro storico con meno vincoli rispetto a prima andando ad autorizzare la ristrutturazione.
  • Dotare l’ufficio di idonea strumentazione e di personale al fine di rendere più spedita  la trattazione delle pratiche;
  • Riunificare il settore in un’unica sede al fine di consentire una più diretta interlocuzione tra utenza e Ufficio.
  • Adottare nell’immediato una piattaforma telematica per la presentazione delle pratiche e dotarsi di piattaforma in grado di dialogare con le piattaforme degli Enti Periferici cosi come stabilito dall’art. 5 comma 7 del Regolamento Tipo Edilizio Unico.

Hanno fatto pervenire, oltre alle richieste di soluzione ai problemi anche la loro disponibilità a collaborare nella pianificazione territoriale, la dove ve ne fosse la necessità, ponendosi per la prima volta ad interlocutori privilegiati sui temi del territorio.

Il messaggio che hanno voluto trasmette e che verificheranno nelle azioni che si metteranno in campo da qui a breve, se è stato recepito o meno, è stato “BARRAFRANCA E’ NOSTRA E LA GESTIAMO PURE NOI”.

I tecnici Barresi si ritengono per ora PARZIALMENTE soddisfatti dei risultati ottenuti dalla riunione, in quanto ha conoscenza che i problemi accumulatesi nel tempo non sono di immediata risoluzione o quando meno, di una risoluzione definitiva e che, per ora, specie per quando riguarda il personale e la strumentazione, si dovrà far ricorso a soluzioni tampone.

Si riservano di alzare il livello di soddisfazione man mano che le risoluzioni arriveranno.

I tecnici dichiarano di essersi auto assunti l’impegno preciso nei confronti della città che è quello di migliorarne la vivibilità, specie nel centro storico, e faranno di tutto per onorare l’impegno assunto informando la città di volta in volta sullo sviluppo della situazione, mettendo a conoscenza la cittadinanza dei risultati positivi ma denunciando, se del caso, anche quelli negativi ho eventuali negazioni. 

Inoltre si riservano di far pervenire ulteriori comunicazioni inerente Il Regolamento Edilizio Tipo Unico emanato dalla Presidenza della Regione Siciliana.

Previous GDF CATANIA. Operazione “Volto Nuovo”. Esecuzione sentenza di condanna e confisca dei beni.
Next Barrafranca. Il programma dei festeggiamenti in onore della "Madonna della Divina Grazia"