Comiso: Inaugurata la Collettiva Internazionale d’Arte intitolata al grande tenore “Beniamino Gigli”.

Un grande evento organizzato dal Cav. Uff. Roberto Guccione a Palazzo Labisi, luogo di arte cultura e storia.

Ci siamo chiesti cosa spinge ai tanti artisti di partecipare? Sicuramente la passione e la voglia di mettersi in gioco e poter dire la loro con le proprie opere. La Collettiva d’Arte coinvolge e rende protagonisti tutti senza alcuna differenza di età e provenienza. Son ben sessantuno artisti provenienti da dodici nazioni diverse ad arricchire e rendere omaggio al tenore Beniamino Gigli,presente al taglio del nastro,la pronipote Simona Capuano entusiasta ed emozionata nel riascoltare la voce del tenore.

Grande partecipazione e successo per la Collettiva Internazionale d’Arte a cura di Roberto Guccione che con grande stile e professionalità ha diretto l’evento insieme ai suoi collaboratori. Guccione si congratula con tutti, in primis ringrazia il Sindaco Maria Rita Schembari che ha consegnato moltissimi premi e tiene a sottolineare che Comiso sia aperta a tutte le iniziative culturali e abbia un riscontro sociale riguardo ai giovani per i progetti di legalità sostegno e formazione.

Ai premiati di ogni categoria:scienza, arte, cultura, non poteva mancare la musica. In particolare i ringraziamenti al musicista Marco Guccione, giovane promettente e professionista nel settore musicale che in esclusiva ha fatto ascoltare il messaggio di ringraziamento e in bocca al lupo del cantante Roby Facchinetti dei Pooh. Il Sindaco lo premia per la bravura e la sua tenacia nel riportare la musica dei Pooh,amati da tutti, nelle sue performance e Cinzia Fanara per canti siciliani in ricordo di Rosa Balistreri.

Nonostante il periodo Covid che ancora persiste, l’evento è stato eseguito con tutti i protocolli di sicurezza. Roberto Guccione accenna i prossimi appuntamenti e sorprese a go go per chi vuol intraprendere la via dell’arte.

Giadone Angelica Ausilia

Previous ENNA. BTE Confesercenti: un’opportunità per il turismo ennese.
Next CATANIA. Formazione: Fondazione Astra sbarca in Sicilia.