ROMA. Sicilia. “irregolarità nel sistema rifiuti ennese”. Trentacoste (M5s) porta il caso al Senato e interroga il Ministro dell’Ambiente.

ROMA. Sicilia. “irregolarità nel sistema rifiuti ennese”. Trentacoste (M5s) porta il caso al Senato e interroga il Ministro dell’Ambiente.

ROMA. Dopo l’esposto presentato alla Procura della Repubblica, circa un anno e mezzo fa, e il coinvolgimento della commissione Antimafia regionale, adesso, il senatore del Movimento 5 Stelle Fabrizio Trentacoste porta al Senato il caso del mancato trasferimento dei mezzi, degli impianti e del relativo personale dalla società EnnaEuno S.p.A. in liquidazione alla SRR. “Ho voluto interrogare il Ministro dell’Ambiente – spiega il parlamentare – per chiedere, per l’ennesima volta, che si dia seguito a quanto stabilito dalla legge regionale n. 9/2010, dalle successive note dell’assessorato regionale dell’energia e dei servizi di pubblica utilità e dalle determina del commissario straordinario della SRR”. “Nello specifico, nell’atto ispettivo, – continua il Parlamentare – si parla di uno dei simboli dell’inefficienza della gestione dei rifiuti nel nostro territorio e, al contempo, di ennesimo spreco di denaro pubblico: l’Impianto di compostaggio di Dittaino, realizzato dalla Provincia Regionale di Enna e finanziato con fondi pubblici, per un importo pari a € 3.490.500,00”. “L’impianto – aggiunge Trentacoste – avrebbe potuto segnare un’inversione di tendenza nella gestione dei rifiuti del territorio e, invece, dalla consegna all’ATO nel 2007, praticamente non è mai entrato in funzione, arrecando un grave danno all’intero territorio. Basti pensare che l’umido, nella nostra provincia, equivale al 35 percento del totale dei rifiuti”. “Come sostengo da diverso tempo, non c’è più tempo da perdere per il trasferimento dell’impianto alla SRR. Una virtuosa gestione dei rifiuti – conclude il senatore Cinquestelle – deve passare proprio da un’impiantistica adeguata e pienamente funzionale che non può prescindere dall’impianto di Dittaino, così come dal centro di raccolta di Gagliano, parti fondamentali del meccanismo di gestione dei rifiuti su scala provinciale. Bisogna rendere finalmente autonoma la gestione dei rifiuti in provincia di Enna”. GAETANO MILINO

Previous BARRAFRANCA. Raccolta differenziata. Da lunedì 22 febbraio 2021 si torna al calendario ordinario.
Next ENNA. L’associazione Luciano Lama aderisce al progetto di distribuzione di aiuti alimentari destinati alle persone in condizione di indigenza