BARRAFRANCA. Intitolata al giudice Paolo Borsellino una strada di Barrafranca.

BARRAFRANCA. Intitolata al giudice Paolo Borsellino una strada di Barrafranca.

BARRAFRANCA. Altre cinque vie limitrofe intitolate agli agenti della sua scorta. Lo ha deliberato, con la delibera N° 18 del 4 febbraio 2021, la giunta municipale del sindaco Fabio Accardi. La strada urbana che porta il nome del giudice Paolo Borsellino è quella che va dal Bivio Catena al Bivio Setica (ex Strada Provinciale  12/b). Ad approvare la delibera di giunta sono stati il sindaco Fabio Accardi,  il suo vice Giovanni Patti e gli assessori Maria Stella Arena e Alessandro Salvaggio. Assiste il Vice Segretario Generale Dottoressa Giuseppina Crescimanna. Le strade con la nuova toponomastica portano rispettivamente i nomi del giudice Paolo Borsellino e degli Agenti della scorta Agostino Catalano, Vincenzo Li Muli, Claudio Traina, Emanuela Loi, Walter Eddy Cosina, “tutti morti nell’espletamento delle loro funzioni, per l’attentato di Via D’Amelio, avvenuto a Palermo il 19/7/1992”, si legge nella delibera di Giunta Municipale”. Sentite le numerose istanze dei cittadini interessati – è scritto nello stesso provvedimento – che chiedono di denominare alcune strade urbane, ricadenti all’interno del centro abitato, per eliminare i disagi per il mancato recapito della posta e le difficoltà di localizzazione dei residenti; Atteso che con Verbale di Deliberazione n. 59 del 01/04/2006 della G.M. si è convenuta la cessione del tronco ex SP12 B/b, che congiunge il Bivio Catena con il Bivio Setica (inteso tradizionalmente come “Piano di Sitica”), da parte dell’ ex Provincia Regionale di Enna al Comune di Barrafranca, tratto stradale che è divenuto strada urbana del nostro Comune; Ravvisata la necessità di provvedere in merito, dando un’idonea denominazione alle Vie di cui alla planimetria allegata”. la delibera di giunta municipale specifica pure che gran parte delle strade della zona in questione, come rilevato dalla planimetria, sono prive di denominazione e che non esistono, in tutto il territorio comunale, altre strade e/o vie di medesima denominazione e intitolazione”. “Fin dal suo insediamento, questa Amministrazione ha promosso e continua a promuovere la cultura della legalità ed adottato diversi provvedimenti amministrativi per dedicare luoghi a coloro che hanno dato la loro vita per gli ideali della giustizia e della legalità”. Nella stessa delibera di giunta si fa riferimento a precedenti atti amministrativi  come la Deliberazione di Giunta Comunale n. 9 del 27/7/2016 – intitolazione dell’Ufficio del Giudice di Pace al Giudice Dr. Rosario Livatino, laDeliberazione di G.C. n. 73 del 31/5/2019 ha espresso condanna per gli atti di mafia, estorsione, usura e traffico di droga, autorizzando il Sindaco a costituirsi parte civile nei procedimenti penali per i reati menzionati e per i reati contro la Pubblica Amministrazione”. Un altro atto amministrativo per la legalità adottato dalla giunta del sindaco Fabio Accardi é laDeliberazione di Giunta Comunale n. 85 del 20/6/2019 con la quale il Comune di Barrafranca ha aderito al Protocollo di intesa per la legalità e la prevenzione dei tentativi di infiltrazione criminale con la Prefettura di Enna. Con la delibera di giunta municipale  n. 74 del 31/5/2019 si è adottato il Regolamento per il sostegno alle imprese che hanno sporto denuncia per aver subito atti di estorsione ed usura: Nello stesso provvedimento di giunta municipale  N° 18 del 4 febbraio 2021 si dice pure che il Comune di Barrafranca, fino a tutto il 2019, ha patrocinato diverse iniziative ed eventi culturali sui temi della legalità”. Il sindaco Fabio Accardi afferma: È sempre volontà di questa Amministrazione adoperarsi per mantenere sempre vivo il ricordo e l’esempio, specie per i più giovani, di coloro che nell’assolvimento del proprio dovere nella lotta contro la mafia, hanno pagato con la vita il loro attaccamento allo Stato”. L’individuazione delle strade in questione, da denominare e intitolare, “meglio si rileva dalla planimetria allegata che fa parte integrante e sostanziale della presente proposta di Deliberazione. La delibera di giunta municipale è corredata, tra l’altro, del parere favorevole del V Settore. Polizia locale – Protezione Civile. GAETANO MILINO

Previous BARRAFRANCA. Operazione “Fire”. Concessi gli arresti domiciliari a Giuseppe Privitelli
Next PIETRAPERZIA. Pronti gli abbonamenti per gli studenti pendolari.