PIETRAPERZIA. Via Stefano Di Blasi torna a doppio senso di circolazione.

PIETRAPERZIA. A deliberare tale provvedimento la giunta municipale del sindaco Salvuccio Messina. La via Stefano Di Blasi parte dall’incrocio con i viali Marconi e della Pace e “si conclude”,  nella parte alta, all’incrocio con piazza Vittorio Emanuele. L’arteria è stata a senso unico per tre anni dopo la delibera di giunta numero 96 del 20 dicembre 2017. In tale contesto, le traverse laterali erano state “create” a senso unico in maniera alternata. In una traversa si poteva scendere e nella successiva si poteva scendere e così fino alla via Oberdan dove il traffico era consentito in discesa,  direzione via Sant’Orsola. La via Sabotino si poteva percorrere con il senso unico in discesa.  La nuova formulazione stabilita dopo l’incontro dello scorso 17 dicembre con i commercianti. La nuova disciplina prevede gli stalli per la sosta in maniera parallela al marciapiedi e solo dal lato destro a salire. Mantenuto il senso unico in via Sabotino solo a scendere. Tra le nuove disposizioni, il  ripristino del semaforo che si trova all’incrocio fra via Stefano Di Blasi e i viale Marconi e della Pace. Rimane invariata la disciplina di traffico e sosta in piazza Vittorio Emanuele. Con delibera di giunta  n.82 del 19/10/2017 dell’allora sindaco Antonio Bevilacqua venivano istituite e regolamentate alcune zone blu e tra questi il parcheggio della via Stefano Di Blasi. Secondo la “formulazione” di tre anni fa, in via Stefano Di Blasi erano stati creati, dei parcheggi a lisca di pesce. Il piano traffico di tre anni fa prevedeva, sule strisce blu, la sosta gratuita per i primi 30 minuti. Poi si pagava 60 centesimi l’ora. “Tra gli obiettivi primari dell’Amministrazione Comunale, – si legge nella delibera di Giunta Municipale dell’attuale  sindaco Salvuccio Messina – rientra un ampio programma di gestione della viabilità, posto in essere al fine di rendere più sicura la circolazione nel territorio comunale”. “Per il raggiungimento di tale obiettivo, – si legge nella stessa delibera di giunta municipale – occorre regolamentare la circolazione viaria di determinate vie del centro, allo scopo di rendere più scorrevole la viabilità e di garantire la sicurezza degli “utenti deboli” della strada, ovviando alla “negligente consuetudine” della sosta sui marciapiedi”. “È volontà dell’amministrazione comunale, – è scritto nello stesso provvedimento della giunta del sindaco Salvuccio Messina – accogliere le esigenze manifestate dai cittadini di Pietraperzia e dagli operatori commerciali, allo stesso tempo ottemperando all’interesse pubblico di tutela dell’arredo urbano e sicurezza della circolazione pedonale nel centro storico”. Il nuovo provvedimento di giunta municipale giustificato anche dalla “riduzione del traffico in via della Pace proveniente dalla SS 640 dir che in atto è chiusa al traffico. Con l’attuale formulazione approvata nel 2017,  “il traffico proveniente da piazza Vittorio Emanuele – è scritto nella delibera della giunta del sindaco Salvuccio Messina – direzione via Marconi si immette in Via Sabotino, con la creazione di un pericoloso punto di incrocio in via Stefano Di Blasi, all’altezza di via Tripoli e via Enrico Toti, tra i veicoli provenienti dalla Piazza Vittorio Emanuele per via Marconi e i veicoli provenienti da Via Marconi per piazza Vittorio Emanuele. Un ulteriore pericoloso incrocio, – è scritto ancora nella delibera della giunta municipale dei sindaco Salvuccio Messina – per il notevole flusso del traffico, si crea tra i veicoli provenienti da piazza Vittorio Emanuele direzione via Marconi, in Via Murri incrocio via Verdi”. “Pertanto si rende necessario ripristinare il doppio senso di circolazione in via Stefano Di Blasi ed istituire i parcheggi parallelamente al marciapiedi. Inoltre il parcheggio sarà per un periodo di trenta minuti e sarà gratuito con disco orario”. Viene inoltre incaricato il responsabile della polizia municipale “di emanare le necessarie ordinanze ai sensi dell’articolo 7 comma 1 lettera a del C.d.S., Codice della Strada e di provvedere all’acquisto della necessaria segnaletica, utilizzando la somma già assegnata”. Con la stessa delibera di giunta municipale si stabilisce “di incaricare il Settore tecnico di provvedere alla redazione di un piano della circolazione secondo le indicazioni di cui in premessa con l’indicazione della segnaletica sia orizzontale che verticale”. GAETANO MILINO

Previous "Lo scudo di Achille", l'ultima opera dello scultore barrese Carmelo Crapanzano
Next PIETRAPERZIA. Riassunto del libro “Di notte…..le stelle” – autrice Filippa La Porta.