Barrafranca. Covid.19. Sono 92 i positivi certificati dall’ASP.

Barrafranca. Covid.19. Sono 92 i positivi certificati dall’ASP.

- in Barrafranca

Barrafranca. Con l’ultimo bollettino comunicato dall’ASP al sindaco Fabio Accardi il saldo tra i nuovi positivi ed i negativizzati è a favore dell’aumento dei primi. Salgono quindi a 92 i soggetti positivi nella cittadina barrese.
“Questo è un dato preoccupante, allarmante” afferma il sindaco Accardi nella sua duretta “ho parlato sia con dottore Lo Monaco ma anche col dottore Belbruno, della situazione epidemiologica in provincia e sono preoccupanti i contagi del nostro distretto, Pietraperzia Aidone Barrafranca e Piazza Armerina, dove nelle ultime 48 ore se ne sono avuti più di 100 evidentemente ci troviamo in una situazione particolarmente delicata e forse proprio per questo che io ho emanato tutte quelle ordinanze”.
Il dato di fatto è che il virus si sta diffondendo rapidamente nella nostra comunità, ma cosa possiamo fare per evitare che vada a diffondersi ancora di più? Dice ancora il sindaco “Possiamo fare di restringere le nostre libertà cerchiamo di non uscire, usciamo solo se necessario anche quando andiamo a fare la spesa e manteniamo il distanziamento, stiamo negli esercizi commerciali il tempo stretto necessario per fare la spesa e andiamo poi a casa, pomeriggio e sera evitiamo di uscire” continua ancora Fabio Accardi “ho chiesto anche di intensificare i controlli e in questi pomeriggi ho visto la Polizia di Stato che ci sta aiutando i Carabinieri e naturalmente la polizia municipale che quotidianamente fa i controlli. però poi alla fine quello che deve prevalere Il buon senso da parte di tutti noi dobbiamo essere tutti noi a capire che non è il momento di scherzare perché i numeri che abbiamo davanti sono numeri veramente allarmanti, ognuno di noi tragga le proprie conclusioni, si deve comprendere che non è una situazione semplice, che stiamo affrontando un momento veramente critico, di grande preoccupazione, questa preoccupazione deve tradursi in un comportamento più corretto possibile non ci resta che rimanere tutti a casa bambini ragazzi genitori e nonni”. Una ordinanza del presidente Musumeci, intanto, ha chiuso le attività commerciali nel giorno di domenica, lasciando aperti solo gli esercizi essenziali come farmacie, parafarmacie, edicole e tabacchi, rimane sempre consentita la vendita con consegna a domicilio dei prodotti alimentari e dei combusti per uso domestico e per riscaldamento questo perchè il dato dei contagi in Sicilia è ancora a livelli preoccupanti.

Ricordiamo la consegna delle mascherine ai cittadini barresi che avviene attraverso le associazioni Amico Soccorso, la Fratres e l’Avis, mascherine consegna per la popolazione fornite dalla Protezione Civile si possono richiedere due mascherine a a persona presentando il proprio codice fiscale.

You may also like

Barrafranca. Intervento del prof. Giovanni Ruggeri sullo spostamenro delle opere in pietra nel parco comunale F. Ferreri

Barrafranca. Le opere istallate permanentemente all’ingresso del parco