Barrafranca. Covid-19. Sono 75 i contagiati, tra cui il vicesindaco Patti

Barrafranca. Covid-19. Sono 75 i contagiati, tra cui il vicesindaco Patti

Barrafranca. Cresce il numero dei contagiati, seppur di poco, nella cittadina barrese, il dato ufficiale proviene dall’ASP e quindi relativo ai tamponi molecolari, al conteggio mancano però i tamponi rapidi eseguiti da un laboratorio privato che recentemente erano circa 40 su un numero imprecisato di tamponi effettuati, anche questo numero è destinato ad aumentare, per quest’ultimi si attende la il tampone molecolare. Ma la situazione sembra sia già sfuggita di mano, la dichiarazione del sindaco Fabio Accardi e inequivocabile “Mentre a marzo, aprile e maggio si localizzò il virus in ambienti sanitari, oggi questo non sta avvenendo più, la diffusione del virus è capillare tra la comunità stessa, sono dati disarticolati, non lineari per cui non è facile ricostruire la catena di contagio perché è realmente molto diffuso”. Una epidemia non paragonabile a quella della prima ondata, anche perché le restrizioni sono minori, afferma ancora il sindaco, e quindi è il cittadino che deve collaborare adottando le misure che già si conoscono per tutta la Sicilia che è una zona arancione. Dunque, una situazione difficile che deve essere gestita con grande responsabilità e impegno, in molti lamentano ad esempio, la mancanza del ritiro dei rifiuti speciali o il controllo capillare del territorio da parte delle forze dell’ordine. Intanto con ordinanza sindacale le scuole passeranno alla didattica a distanza (vedi articolo). Tra i cittadini positivi al Covid-19 anche il vicesindaco Giovanni Patti che scrive “Ho voluto che fosse il Sindaco Fabio Accardi a comunicare la mia positività al tampone rapido nella sua consueta diretta, ho ritenuto che fosse giusto così, sia perché sono un amministratore e poi perché ho avuto diversi contatti e per far conoscere l’esperienza che mi sono trovato ad affrontare e che può servire da aiuto a chi si è trovato o si troverà ad avere un contatto stretto con un soggetto positivo”. A 5 giorni da un primo tampone negativo il secondo tampone da invece l’esito positivo e Giovanni Patti è in attesa del tampone molecolare, (che è arrivato confermando la positività) al vicesindaco, alla famiglia ed a tutti quelli che stanno attraversando questo difficile momento gli auguri di pronta guarigione da parte della redazione di Radio Luce.

Previous BARRAFRANCA. Sospensione dell'attività didattica in presenza, dal 16 novembre 2020 al 3 dicembre 2020
Next Oasi di Troina: nessun incubo da Coronavirus, tanta attenzione e soprattutto con la fiducia e la speranza di uscire nuovamente vincenti da questa epidemia