SETTIMANA SANTA BARRESE: gli scatti della fotografa Massimiani

U Trunu- anno 2019

I riti della Settimana Santa che si svolgono a Barrafranca (EN) attirano sempre più persone,  come curiosi e addetti ai lavori,tra cui studiosi e fotografi. Nell’anno 2019 la fotografa romana ma francese di adozione, Maria Grazia Massimiani ha realizzato un reportage su questi riti (compresa l’Ottava con U TRUNU di carusi), le cui foto sono state presentate in una MOSTRA dal titolo “RITES ET RITUELS” tenutasi presso la GALERIE 7ab dal 3 OTTOBRE al 26 OTTOBRE 2019 a BORDEAUX (Francia).  Sono state esposte 19 foto formato 30×40, tutte immagini in bianco e nero, primi piani, gioco di luci e ombre, che mettono in evidenza il senso di comunità che la festa rende più evidente. E’ la comunità protagonista delle foto della Massimiani, quella comunità che, durante la Settimana Santa, si stringe attorno a simboli arcani di religiosità popolare.

Locandina evento

«E’ da anni che coltivavo l’idea di realizzare un reportage sui riti della Settimana Santa – spiega la Massimiani.- L’idea di realizzare proprio quella barrese è nata da alcune conversazioni fatte con la mia amica barrese Luana Giunta che mi parlava con entusiasmo ed enfasi dei riti che ogni anno si svolgono nel suo paese. Così ho presentato il mio progetto alla GALERIE 7ab di Bordeaux, cittadina in cui vivo che ha accettato di buon grado, realizzando un’esposizione che è stata molto apprezzata». Dopo questa prima esperienza la Massimiani avrebbe voluto realizzare una mostra proprio in quel paese che l’ha accolta amorevolmente. «Sono stati giorni frenetici, circondata da persone stupende che mi hanno accolta come una di loro. Ringrazio tutta la comunità barrese e in particolare i miei preziosi contatti: Rita Bevilacqua, Gaetano Vicari, Carmelo Orofino e tutto il Salotto artistico-letterario “Civico 49” di Barrafranca, Gino Crapanzano, Salvatore Tambè e Giuseppina Avola». Per ringraziare il popolo barrese, in accordo con la dott.ssa Anna Schirò e la dott.ssa Angela Maria Caputo, nella primavera del 2020 la Massimiani avrebbe dovuto realizzare anche a Barrafranca una mostra. A causa di questa pandemia, il tutto è stato rinviato. «Per stare vicino al popolo barrese in questo momento così particolare- ci spiega la Massimiani- ho voluto inviare alla mia amica Rita Bevilacqua le 19 foto che dovrebbero far parte della mostra, affinché li possa pubblicare su Radio Luce». Ci auguriamo che la Massimiani possa realizzare a Barrafranca la tanto sospirata mostra.

Maria Grazia Massimiani

MARIA GRAZIA MASSIMIANI è una fotografa indipendente che si occupa principalmente di paesaggio e reportage. Nasce nel 1984 a Roma città in cui vive per diversi anni, si sposta poi a Firenze per 7 anni, dove studia fotografia con il maestro Niccoló Chimenti e inizia i primi lavori di ritrattistica. Nel gennaio 2019 si trasferisce a Bordeaux, dove attualmente abita. In questo periodo è impegnata su reportage territoriali della regione Nouvelle-Aquitaine. Viaggiatrice curiosa, appassionata di antropologia, vive fortemente la cultura dei luoghi che attraversa e che studia per i suoi reportage, un esempio lo sono i lavori in Sicilia, sopratutto quelli sulla ricerca dei riti pagani dell’Italia meridionale. Il suo ultimo reportage “RITES ET RITUELS” sarà esposto dal 03 al 26 Ottobre presso la Galerie 7ab del gruppo CETAB di Bordeaux e sarà pubblicato prossimamente presso l’edizione online “EyesOpen” e la rivista fotografica cartacea “Il Fotografo”. Sta continuando il suo lavoro di fotografa, realizzando altri reportage su richiesta.

Rita Bevilacqua

Previous ROMA. Appello di Cifa alla Cancelliera tedesca Angela Merkel: Sì Eurobond  per le piccole e medie imprese italiane
Next BARRAFRANCA. Il Coronavirus in versi.