PIETRAPERZIA. Infanzia “Ancelle Riparatrici”. Notevole maestria dai piccoli per la recita di San Martino

PIETRAPERZIA. Infanzia “Ancelle Riparatrici”. Notevole maestria dai piccoli per la recita di San Martino

- in Pietraperzia

 PIETRAPERZIA. Gli attori in erba hanno portato in scena “Festa dell’autunno  e San Martino”. Location è stata la sala teatro dell’istituto delle suore “Ancelle Riparatrici” – direttrice Suor Vittoria Spampinato – di via Principessa Delilella.  Questi i piccoli grandi attori: I Tommaso Viola (il presentatore), Tommaso Americo (il narratore), Salvatore Sollima (San Martino), Flavio Puzzo (il mendicante). A recitare le poesie: Salvatore Cutaia, Giovanni Trubia e Tommaso Viola. Alessia Cumbo, per l’ambientazione della raccolta dell’uva. I bambini che si sono esibiti in un balletto sono stati: Rita Vasapolli, Giovanni Trubia, Serena Danisi. A pigiare l’uva: Giuseppe Giusto e Federico Di Calogero. Hanno preso parte a tale recita pure: Michele Siciliano, Ginevra Augello, Luigi Milano, Kevin Ippolito, Giulia Dell’Aira, Elyson Romano, Merily Ferrigno, Gabriel Terranova, Giulio Di Gloria, Byan Amico, Edoardo Viola, Damiano Ferrigno. A guidare gli alunni sono stati gli insegnanti Antonella Spagnuolo (della scuola dell’infanzia) e Lucia Rindone (della sezione primavera). Rappresentanti dei genitori delle due sezioni sono Sara Napoli e Graziella Di Candia.  La recita è ambientata nel periodo di San Martino. Comincia con un canto dedicato a San Martino. Subito dopo vengono recitate alcune poesie sull’autunno, sulla vendemmia e l’intero spettacolo si conclude con la pigiatura dell’uva con le mani e con i piedi. Infine è stato distribuito il dolce tipico della festa di San Martino, ovvero la muffuletta. Ai bambini è stata data in dono una lanterna realizzata da loro stessi, che rappresenta la luce del miracolo di San Martino. GAETANO MILINO

You may also like

BARRAFRANCA. Malviventi entrano nella casa di due pensionati – marito e moglie – massacrano di botte i due coniugi e rubano preziosi e oggetti di valore.

E’ quanto avvenuto, nella notte tra mercoledì 19