Barrafranca. “La volpe e l’uva”, il comunicato stampa del M5S

Barrafranca. “La volpe e l’uva”, il comunicato stampa del M5S

- in Barrafranca

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il comunicato stampa del Movimento 5 Stelle

LA VOLPE  E  L’UVA

“Un giorno una volpe affamata passò accanto a una vigna e vide alcuni bellissimi grappoli d’uva che pendevano da un pergolato.
– Bella quell’uva! – esclamò la volpe e spiccò un balzo per cercare di afferrarla, ma non
riuscì a raggiungerla, perché era troppo alta.

Saltò ancora e poi ancora e più saltava più le veniva fame.
Quando si accorse che tutti i suoi sforzi non servivano a nulla disse:

 – Quell’uva non è ancora matura, è  acerba… non mi piace!”


Abbiamo volutamente scomodato il grande Fedro per dire a tutti che il giochino di attaccare il M5S è finito e che D’ORA IN POI ALLE VOLGARITA’ E AGLI INSULTI  IL M5S RISPONDERA’ PER LE RIME.

Non vogliamo di certo far imbarbarire il dibattito politico. Lungi da noi!

Diciamo però a tutti che, con la conclusione del Consiglio comunale di lunedì 17 giugno 2019, la fase del garbo immeritato è finita. E’ morta e sepolta!

Il Movimento 5 Stelle di Barrafranca, non accetterà  più  alcun attacco meschino, bassostrumentale.  Da chiunque esso provenga.  Men che meno dai mestieranti della politica, dai finti ingenui, dai falsi “nuovi”, dai “novelli” Catone il Censore,  e dai mentori di qualche politicante frustrato che trova vario collocamento a destra o a manca nel quadro della politica barrese.

Non lo accetteremo a maggior ragione se proviene da coloro che, a vario titolo, rappresentano i cittadini, epigoni di personaggi della mitologia politica (non positiva) barrese e che, in qualche modo, voglio far credere (a coloro che vi possono cascare) di essere i fautori di una  nuova “Lieta novella”.

Noi del M5S non ce ne staremo in silenzio. Non permetteremo neanche ai perditempo, ai “leoni da tastiera”, a chi è quasi sempre assente dai luoghi istituzionali e d’improvviso appare e si materializza, di buttare fango sul M5S che annovera nelle sue file tanti attivisti e tre consiglieri comunali che sono fra i pochi che studiano e lavorano per la città.

Non lo permetteremo certamente a coloro che fanno il “salto della quaglia”  per coprire propri interessi personali,  che nulla hanno a che fare con gli interessi della comunità ed il BENE COMUNE.

A tutti costoro diciamo: guardatevi in faccia e senza ipocrisia dite alla città che non siete in grado di rappresentarla, di curarne gli interessi, perché pensate solo al vostro di interesse… dunque andatevene a casa!!!

Ci rivolgiamo a tutti: opposizione (forse ancora maggioranza in Consiglio) e gruppo del sindaco (forse ancora minoranza in Consiglio).



E per l’opposizione ci rivolgiamo soprattutto (e non solo) a quanti

  • “blaterano” di cose astratte in Consiglio comunale, proponendo argomentazioni quasi mai centrate sul merito dei problemi in discussione;
  • tengono in ostaggio il Consiglio comunale con ripetuti e continui interventi “per fatto personale”;
  • escono spessissimo dall’aula andandosi a sedere fra il pubblico mentre altri votano, pretendendo, poi, di intervenire sul voto espresso dagli altri;
  • usando il metodo della denigrazione e diffamazione (e vi invitiamo a rivedere i filmati), ritengono di poter fare la politica con la bagarre, pronti a giustificare il nulla che rappresentano, sempre in lite con se stessi e il mondo intero ….

In pratica, per dirla con il grande Sciascia, dei quaquaraquà capaci solo di lanciare attacchi, inutili, insignificanti e strumentali verso il M5S di cui temono compattezza, capacità, serietà e visione alta della politica!!!

Questi atteggiamenti hanno stancato tutti, sviliscono l’istituzione che rappresentiamo e allontanano la gente dalla Politica!!!

Due righe, per carità, le riserviamo anche alla consigliera comunale (ormai ex  PD) che  i suoi stessi colleghi di partito in aula nel 2017 misero all’angolo non appoggiando la mozione Enel-Sole (l’unica iniziativa per la quale la si può ricordare). A che titolo oggi accusa il M5S lanciando nei nostri confronti “acido solforico” solo per giustificare le sue scelte? Le sembra questo il modo migliore per tentare di “purificarsi”  dal periodo di opposizione al fine di rientrare fra le fila della maggioranza dalla quale era uscita qualche mese fa? Raramente si è vista in Commissione e ancor più raramente in Consiglio. Di cosa ci accusa? Forse di lavorare anche per lei, oltre che per i cittadini???

A costoro diciamo chiaro: prima di aprire bocca e far uscire aria, vi invitiamo a riascoltare le parole proferite dal sindaco Accardi (il sindaco che, non scordatelo mai,  voi avevate appoggiato e contribuito a eleggere nelle elezioni del 5 giugno 2016), nella famosa seduta di Consiglio comunale del 5 luglio 2016. Le parole che gridò in faccia a voi e a tutta la sua maggioranza (dell’epoca) rendendo noto a TUTTI  NOI  E  A TUTTI  I  CITTADINI che avevate vergognosamente mentito alla città  e che, per una vergognosa spartizione di poltrone (la poltrona di Presidente del Consiglio comunale) avevate messo in scena uno spettacolo indecoroso!!!

Ma da qui in avanti il passo è brevissimo per parlare del sindaco Accardi e del suo gruppo politico (non sapremmo come definire la non-maggioranza che lo sostiene).

Dopo 3 anni di amministrazione finalmente avete portato in Consiglio comunale un’Ipotesi di Bilancio stabilmente riequilibrato. TRE ANNI!!!!

Con la presenza del M5S in aula, e con la nostra astensione vi abbiamo concesso l’onere e l’onore di approvare l’Ipotesi di Bilancio Stabilmente Riequilibrato.

Noi ci siamo astenuti. Non abbiamo bocciato.

Ci siamo astenuti pur consapevoli dei tanti, troppi elementi e delle tante, troppe criticità che potevano farcela bocciare quell’ ipotesi di riequilibrio delle finanze del nostro Comune. A cominciare da quella gran vigliaccata delle tasse retroattive!!!

Lo abbiamo fatto perché da anni, sia dentro che fuori le istituzioni,  lottiamo e lavoriamo per  poter rivedere in tempi rapidi un PAESE  NORMALE, fuori dal DISSESTO, nel solo interesse degli stanchi cittadini barresi, stufi di vedere solo aumentare di tasse, lo sfascio, la sporcizia, le buche  e le erbacce nelle strade e le zecche e i roditori ovunque.

Lo abbiamo fatto, EBBENE SI!!!  E NE SIAMO ORGOGLIOSI!!!

Ora non sta a noi giudicare se verrà o meno approvato dal Ministero degli Interni Aspetteremo e valuteremo quali saranno le decisioni. Di una cosa siamo certi, qualunque sia l’esito, noi del M5S faremo di tutto per mandarvi a casa tutti e di corsa!!!

I vostri giochi di palazzo, i pupi e i pupari che tirano le fila ad alcuni di voi (come ad alcuni dell’opposizione) a noi non spaventano!

Il Movimento 5 Stelle non accetta  lezioni di moralità ne sermoni da gente incapace, arrogante e allergica al Bene Comune!!!

Noi accettiamo e ascoltiamo le critiche e suggerimenti solo dai cittadini liberi e da quanti hanno a cuore veramente il bene di questa comunità! Non dai mestieranti della politica!

Noi per questo siamo ALTRO!!! Noi siamo altra cosa e vi viene difficile appiccicarci etichette vecchie e vetuste.

Siamo un movimento che studia, suda e lotta per i cittadini. Che chiede scusa quando sbaglia e ascolta i cittadini per far tesoro dei loro stimoli!

Siamo dei portavoce del popolo, non di loschi figuri che da decenni comandano nel nostro Comune!

In ultimo non possiamo far passare sotto silenzio le mancanze del signor Sindaco, massimo responsabile di quanto accade oggi nell’ambito amministrativo e di quanto accadde nella sera dei tradimenti (5 luglio 2016).

Sin dal giorno del suo insediamento Lei, caro sindaco, non è mai stato in grado di creare/mantenere una maggioranza stabile che la sostenesse.

Ha cambiato decine di assessori in questi tre anni  e si accinge a rifarlo.

Se non le sono bastate tutte le volte che glieLe abbiamo chieste,  Le ribadiamo con forza:

DIA LE DIMISSIONI!!!

Liberi noi e Barrafranca! Porti pure con se tutte le poltrone, promesse, concesse o che è intenzionato a concedere ancora pur di non scendere dal piedistallo.

Altrimenti le solleveremo contro una “tempesta” che spazzerà via Lei e tutto il suo atteggiamento supponente e arrogante.

Inviteremo la città a guardare oltre, a guardare avanti e uscire dalla palude ignominiosa nella quale siamo precipitati!

Barrafranca  ha bisogno di un riscatto!  Faremo in modo che arrivi!

Il Movimento 5 Stelle di Barrafranca

You may also like

CONFARTIGIANATO IMPRESE ENNA-AUTORIPARAZIONE, Mario Mirisciotti Presidente Prov.le

Continua la ridefinizione della dirigenza provinciale di Confartigianato