… Piccoli, artisti nel mondo di Colorandia.

… Piccoli, artisti nel mondo di Colorandia.

Si conclude, con la mostra dei lavori, ilmodulo“Nel Regno di Cololandia” del Progetto PON 10-2-2A-FSEPON-SI-2017-245“In Viaggio con Violetta e Narciso” dell’Istituto Comprensivo “Europa”diretto del Dirigente Scolastico Filippo Aleo.

Il laboratorio, ha coinvolto 25 bambini di cinque anni della scuola dell’infanzia Giovanni Paolo II ed è stato curato dall’insegnante Filippa Messina in qualità di Esperto e dall’insegnante Marta Caniglia in qualità di Tutor.

Il progetto è finalizzato ad avvicinare i bambini al mondo dell’arte ed a farne scoprire la bellezza, a sviluppare la creatività ed arricchire il linguaggio espressivo.

Violetta e Narciso, due bimbiimmaginari,hanno accompagnato i bambini della scuola dell’infanzia in viaggio fantastico alla scoperta del meravigliosomondo dell’arte moderna e della sua straordinaria bellezza.

Tantissime e varie le esperienze attraverso le quali i bambini hanno scoperto l’arte moderna con l’ausilio della LIM, hanno svolto attività di pittura con materiali e tecniche sempre differenti, condividendo e collaborando.

Hanno sperimentato il modellaggio con l’argilla e realizzato oggetti con formine e stampi, dipingendoli nelle parti più semplici.

Sono state trattate opere tra le più importanti del ‘900, dall’apparente semplicità, nella forma della scoperta, della sperimentazione e del gioco.

Hanno apprezzato l’arte moderna, l’Astrattismo geometrico, l’Art Nouveau e Pop e con grande entusiasmo ed impegno i bambini hanno realizzato creazioni ispirandosi alle opere di grandi artisti come Piet Mondrian, Poul Klee, V. Kandinsky, Joan Mirò eGustav Klimt, K. Haring.

I bambini si sono divertiti ad usare mani, pennelli, rulli, stampini, si sono immersi letteralmente nei colori e nelle loro sfumature, si sono sentiti dei piccoli grandi artisti; hanno sperimentato anche l’arte giapponese del kintsugi con la carta per far comprendere ai bambini il concetto di resilienza.

Le attività svolte sono state sia individuali che di gruppo ed hanno consentito ai bambini di sentirsi protagonisti e al tempo stesso importanti come membri di un gruppo nel quale il lavoro di ciascuno è valorizzato e necessario per poter giungere ad un risultato di maggior pregio e qualità, comprendendo che il Noi è più importante dell’Io e che la buona cooperazione porta a fare cose meravigliose.

Previous ENNA. Il pilota ennese Simone Patrinicola si prepara alla prova di Misano del Tcr Dsg Endurance Acisport.
Next Sabato 8 giugno al Palagiovani di Barrafranca in scena “Pinuccio, storia di un carusu”