PIETRAPERZIA. Consiglio comunale molto animato nella parte finale.

PIETRAPERZIA. Consiglio comunale molto animato nella parte finale.

- in Pietraperzia

PIETRAPERZIA.  I lavori erano stati convocati dal presidente del consiglio comunale Rocco Miccichè. In aula anche il sindaco Antonio Bevilacqua e l’assessore Michele Laplaca. Ad apertura della seduta, illustrato dall’assessore Laplaca il punto che prevedeva l’aggiornamento degli oneri di costruzione e di urbanizzazione sulla base del nuovo prezzario regionale. Il punto è stato approvato dall’aula. Via libera anche ad alcune modifiche al regolamento verde pubblico. La novità riguarda la possibilità di destinare a fine di lucro solo il 50 per cento dell’area a verde affidata dal Comune ai richiedenti. Prima non si poteva utilizzare a scopo di lucro. Il consigliere comunale Calogero Di Gloria, opposizione, ha proposto il rinvio di tale punto per ulteriori approfondimenti. Filippo Bevilacqua, 5 Stelle, ha detto che tale regolamento vada approvato per consentire ai privati l’adozione di aree a verde pubblico”. La sua posizione sulla scorta di quanto detto anche dal sindaco Antonio Bevilacqua. il punto è stato approvato con i voti favorevoli della maggioranza. I tre di opposizione presenti in aula hanno votato contro.  Rinviato ad altra seduta, con il voto favorevole di tutti i consiglieri comunali presenti, il punto sul trasferimento di cubatura. Il rinvio per approfondire la questione. La seduta si è animata in maniera particolare sull’interrogazione e discussione sulla statale 640 Dir e comunale Chianiole. Il punto era stato proposto dai consiglieri comunali di opposizione. Il sindaco Antonio Bevilacqua ha detto: “Sulla statale 640 Dir il problema espropri è stato superato ed ultimato. Altre vicende riguardano i pareri di Sovrintendenza, Genio Civile e Forestale. Anas si sta occupando della relazione geologica preventiva”. “Del viadotto – ha continuato il sindaco Bevilacqua –  si sta interessando l’Anas. Degli interventi per consolidare il versante franoso di occuperà invece la Regione. Il commissario per il dissesto idrogeologico è disponibile a bandire la gara di appalto per la sistemazione delle Chianiole. Non dobbiamo tuttavia dare all’Anas alibi per eventuali rallentamenti ai lavori sul viadotto”. Il consigliere comunale di opposizione Calogero Di Gloria chiedeva la sistemazione delle Chianiole e la successiva richiesta all’Anas di aprire un varco dalle Chianiole alla 640 Dir. Calogero Di Gloria ha detto pure che, per i progetti, passeranno dai sei ai 18 mesi e per il completamento dell’opera ci vorranno, all’incirca, cinque-sei anni. Di Gloria ha chiesto pure al sindaco il potenziamento del corpo della polizia municipale. GAETANO MILINO

You may also like

ENNA, SABATO SCORSO LA “GIORNATA MONDIALE DEL DONATORE DI SANGUE” FRATRES CEM. SANGUE, ENNA CAPOLUOGO VIRTUOSO

Enna, per un giorno, capitale della donazione di