PIETRAPERZIA. “Resto al Sud”. “La giornata di oggi è formativa”

PIETRAPERZIA. “Resto al Sud”. “La giornata di oggi è formativa”

PIETRAPERZIA. Lo ha detto il sindaco Antonio Bevilacqua ad apertura del convegno “Resto al Sud”. Al tavolo della presidenza lo stesso Sindaco Bevilacqua oltre ad Emanuele Diana – Project Manager Sicilia – e a Giuseppe Glorioso, funzionario Invitalia. In sala anche gli assessori Chiara Stuppia e Michele Laplaca e il presidente della Pro Loco di Pietraperzia Salvatore Palascino. Tra il numeroso pubblico, anche degli imprenditori: Olga Kǒrber e Carmelo Scarciotta – che operano nel settore turismo – ed Elisa Di Prima e Giuseppe Tummino – marito e moglie – che lavorano nel settore della apicoltura. “Mi ha colpito il fatto – ha continuato il sindaco di Pietraperzia – che la Misura è destinata pure alle persone che non risiedono nelle regioni meridionali ma che vi trasferiscono la residenza. Questo è positivo perché consente anche ai ragazzi che siano andati fuori e che abbiano un’idea vincente per questa terra, di partecipare per avviare una nuova attività”. “Spesso noi siamo abituati – ha detto ancora il sindaco di Pietraperzia – a richiedere un lavoro, quasi alla chiamata di qualcuno che ci tolga le castagne dal fuoco e ci dia uno stipendio da mille euro al mese. È la classica mentalità che abbiamo da impiegato. Oggi invece esistono queste misure che permettono di avviare nuove attività imprenditoriali. Se non facciamo questo balzo mentale e non riusciamo a convincerci che, piuttosto che chiedere lavoro, lo dobbiamo creare, rischiamo di andare indietro. Ritengo perciò che possano nascere, anche da noi, tante attività imprenditoriali”. Giuseppe Glorioso ha illustrato gli aspetti degli investimenti per acquisti di beni strumentali e le spese ammissibili. Ha poi illustrato le varie misure e la modalità di presentazione della domanda. “Il finanziamento – ha detto Giuseppe Glorioso – è di otto anni con rate semestrali.. Altri due anni sono come rate di preammortamento”. Ha poi parlato dei criteri di valutazione e del tempo in cui la domanda viene esitata, sessanta giorni lavorativi. Emanuele Diana: ha illustrato, con delle slide, l’idea di business team, organizzazione e soggetti coinvolti. Ha poi illustrato altri aspetti come analisi di mercato e della “concorrenza per offrire qualcosa in più oltre al mercato potenziale, alle capacità produttive, gli aspetti economici e il progetto finanziario”. Olga Kǒrber ha parlato del progetto sviluppo turismo e ha detto: “Abbiamo cominciato con la nostra casa, Anticamenta, e abbiamo continuato con altre strutture ricettive. Noi siamo al posto 129 su un totale di 30 mila case in affitto. Si tratta di un turismo esperienziale”. Ha poi proposto, al presidente della Pro Loco, di organizzare dei percorsi turistici e ha concluso: “Il turismo è una grandissima attività. Dobbiamo porci il problema su cosa fare e cosa visitare”. Salvatore Palascino: “Bisogna sensibilizzare la gente a tutelare i propri beni e valorizzare la grandezza del nostro territorio”. Elisa Di Prima:  “Nella nostra azienda non acquistiamo miele da altre aziende. Vendiamo i nostri prodotti al dettaglio nelle province di Enna e Caltanissetta e all’ingrosso grazie agli accordi con dei consorzi del siracusano”. E ha concluso: “Sicuramente è un lavoro bellissimo”.  A conclusione dei lavori, il sindaco Antonio Bevilacqua ha detto: “Speriamo che entro i prossimi 2/3 anni venga presentato qualche progetto che scaturisca dall’incontro odierno”. GAETANO MILINO

Previous Barrafranca. Sabato 25 Agosto, Paolo Russo in concerto al Palagiovani
Next Allerta meteo arancione per il centro Sicilia