Dieci  Comuni siciliani nel progetto “Il Cammino dei Branciforti”.

Dieci Comuni siciliani nel progetto “Il Cammino dei Branciforti”.

Prende piede in questi giorni, un’iniziativa molto interessante e di particolare rilievo storico e turistico che coinvolge molti Comuni. Fra quelli più attivi il Comune di Pietraperzia, il Comune di Mazzarino, il Comune di Niscemi, il Comune di Cammarata, il Comune di Barrafranca e il Comune di Santo Stefano di Camastra. Gli altri Comuni che hanno deciso di aderire al protocollo d’intesa: Comune di Butera; Comune di Grammichele; Comune di Licodia Eubea; Comune di Militello Val di Catania. Altri potrebbero ancora aderire entro agosto. Sono coinvolti nell’iniziativa anche il Tavolo unico di Regia per lo sviluppo e la legalità, la Soprintendenza di Caltanissetta, il servizio turistico regionale n. 10 di Caltanissetta e la Società nissena di Storia Patria. Dopo le fasi formali e propedeutiche di elaborazione del protocollo d’intesa e degli incontri culturali, si è passati alla fase operativa. Il primo incontro si è svolto a Pietraperzia. Hanno coordinato i lavori il Sindaco Avvocato Antonio Bevilacqua e l’assessore al ramo Chiara Stuppia che ha dichiarato: “Il lavoro è finalizzato alla predisposizione di un’idea progettuale da sottoporre agli enti che erogano finanziamenti in materia. Il denominatore comune che collega gli enti citati, riguarda la nobile casata dei Branciforti. Questa famiglia in passato ha condizionato fortemente le sorti di moltissimi comuni siciliani, talvolta addirittura fondandone di nuovi. Partendo da questo dato, alcuni storici locali, grazie all’interessamento del Tavolo unico di regia il cui riferimento è il dirigente sindacale Salvatore Pasqualetto, hanno dato avvio al progetto di creare un nuovo e più attuale collegamento fra tutti quei Comuni che hanno un passato legato a doppio filo con la Famiglia dei Branciforti”. “Nasce da qui l’idea – conclude Chiara Stuppia – del “Cammino dei Branciforti”. Già abbozzate le linee guida del possibile progetto. Se l’iniziativa dovesse decollare potrebbe rappresentare un volano per l’economia locale”. Gaetano Milino

Previous Barrafranca. Gli attivisti del M5S ritornano al Belvedere, il comunicato stampa
Next Pietraperzia. Semaforo verde dal consiglio comunale al consuntivo 2017