BARRAFRANCA. Comincia la raccolta differenziata a Barrafranca. Partirà lunedì 28 maggio.

BARRAFRANCA. Comincia la raccolta differenziata a Barrafranca. Partirà lunedì 28 maggio.

BARRAFRANCA.  Il servizio – con il porta  a porta verrà espletato dalla ditta “CO.GE.SI” Srl” di San Giuseppe Jato, in provincia id Palermo. Lo ha comunicato il sindaco Fabio Accardi. “Domenica non si effettua nessuna raccolta. Non esporre nessun rifiuto” si legge nella locandina. Nell’oridnanza del sindaco Fabio Accardi si legge: “Si conferisce, davanti la propria abitazione, la frazione differenziata dei rifiuti e quella indifferenziata, dopo averla riposta e chiusa in sacchetti e/o contenitori secondo le modalità previste, dalle ore 21:00 fino all’indomani mattina non oltre le ore 6:00 avendo cura di collocarla fuori da portata di animali”. Da lunedì a venerdì è vietato conferire alcuna tipologia di rifiuti né differenziato né indifferenziato prima delle ore 21:00 e dopo le ore 6:00. Sabato è vietato conferire alcuna tipologia di rifiuti per l’intera giornata a partire dalle ore 6:00. domenica è vietato conferire alcuna tipologia di rifiuti per l’intera giornata  fino alle ore 21:00. Le Utenze commerciali a partire da Lunedì 28/05/2018 debbono  procedere alla separazione e conferimento della frazione differenziata dei rifiuti così come previsto per le utenze domestiche; per le utenze commerciali che producono rifiuti appartenenti alla frazione organica di dotarsi di idonei sacchetti  biodegradabili. E’ fatto obbligo a chiunque eserciti attività industriale, commerciale e artigianale di provvedere a propria cura e spesa allo smaltimento o al recupero di tutti quei rifiuti prodotti in particolare imballaggi secondari e terziari di carta, cartoni, plastica, legno, metalli etc. non assimilabili ai rifiuti urbani; E’ fatto obbligo assoluto ai piccoli esercizi commerciali di ripiegare e legare a fasci gli imballaggi (cartoni, involucri plastici riciclabili etc.) e depositarli nei pressi della propria attività commerciale all’interno di appositi box, nei giorni stabiliti nel calendario di ritiro utilizzato per le utenze domestiche. I suddetti rifiuti non dovranno essere depositati nei giorni in cui si hanno condizioni climatiche avverse (pioggia,neve, etc.); I rifiuti R.A.E.E. in possesso di rivenditori e riparatori dovranno essere smaltiti a cura e spesa degli stessi presso appositi impianti all’uopo autorizzati e con le modalità previste dalla normativa di settore vigente. Il sindaco Fabio Accardi nel suo provvedimento ordina alla “CO.GE.SI” Srl” di provvedere alla raccolta dei rifiuti di seguito elencati non inclusi nel sistema porta a porta:  rifiuti dei mercati  rifiuti prodotti da giardini e parchi – sfalci di potatura (assimilabili ai rifiuti vegetali provenienti da aree verdi (inclusi i rifiuti provenienti da cimiteri) rifiuti biodegradabili. Altri profotti che deve raccogliere la CO.GE.SI.: legno, imballaggi in legno, rifiuti ingombranti e beni durevoli, apparecchiature elettriche ed elettroniche fuori uso, rifiuti differenziati pericolosi RUP, pile, medicinali, oli e grassi. Il sindaco Fabio Accardi ricorda, nella sua ordinanza, il divieto di abbandonare, gettare, versare e depositare sulle aree pubbliche e private soggette ad uso pubblico di tutto il territorio comunale e nei pubblici mercati coperti e scoperti, qualsiasi rifiuto, immondizia residuo solido, semisolido e liquido e in genere materiale di rifiuto e scarto di qualsiasi tipo, natura e dimensione” “Il medesimo divieto – scrive ancora il sindaco di Barrafranca – vige per gli specchi liquidi, i canali, i corsi d’acqua, i fossati, gli argini, le rive, le sponde.  Apersone non autorizzate, qualunque operazione di cernita, recupero o smistamento di qualsiasi materiale conferito al servizio di raccolta conferire i rifiuti con modalità ed in orari diversi da quelli indicati; conferire i rifiuti in contenitori non appropriati o sciolti; depositare ingombranti, beni durevoli e di arredamento e di uso comune in aree pubbliche e private soggette ad uso pubblico, nonché nelle adiacenze o all’interno delle aree adibite al servizio di raccolta dei r.s.u.”. È vietato pure depositare in aree pubbliche e private soggette ad uso pubblico, all’interno delle aree adibite al servizio di raccolta dei r.s.u. rifiuti provenienti da potatura di piante, sfalci di potatura e simili. Non si possono conferire e abbandonare nei pressi delle aree adibite al servizio di raccolta dei  r.s.u. , sulle aree pubbliche e private soggette ad uso pubblico di tutto il territorio comunale, pneumatici, parti di veicoli, ingombranti provenienti da demolizioni di veicoli”. Il divieto riguarda pure il conferimento o l’abbandono nei pressi delle aree adibite al servizio di raccolta dei  r.s.u., sulle aree pubbliche e private soggette ad uso pubblico di tutto il territorio comunale, rifiuti provenienti dall’attività edilizia (inerti, cemento, amianto, sanitari, ecc.).Per i trasgressori sono previste multe da 50 a 206 euro.  Questi i prodotti e i giorni di conferimento: LUNEDÌ, GIOVEDÌ e SABATO: Organico e Pannolini (in sacchetti biodegradabili ben chiusi): Avanzi  di cibo, tovaglioli sporchi di alimenti, bucce di frutta e scarti di verdura, ossa e avanzi di carne, pesce, insaccati, cibi avariati e scaduti, pane raffermo, fondi di caffè, bustine di tè  e tisane, gusi di uovo, fiori recisi, mozziconi id sigaretta. MARTEDÌ: Plastica e pannolini: (in contenitori propri dopo avere ridotto il volume degli oggetti e pulito i rifiuti plastici): bottiglie di acqua, bibite o latte, flacone per detersivi,  buste di plastica, vaschette, bicchieri, piatti, fochette usa e getta, vaschette e gusci di polistirolo, contenitori di plastica con i simboli PET, PE/HD, PVC, PE/LD, PP, PS, O, debitamente lavati. MERCOLEDÌ: Carta e cartone (in contenitori propri dopo avere ridotto il volume  e averli piegati): giornali, riviste, libri, quaderni, moduli continui per stampanti, scatole di imballaggi in cartone, contenitori in Tetrapak debitamente lavati. Vetro e lattine: in contenitori (senza sacchetti) dopo avere lavato le bottiglie e i contenitori metallici: bottiglie e vasetti di vetro, vetri rotti, coperchi in metallo, lattine in alluminio, scatolette e barattoli ferrosi, fogli in alluminio. VENERDÌ: Indifferenziato e pannolini: (in sacchetti e contenitori propri): Pannolini e assorbenti,  giocattoli, tappeti antiscivolo monouso, ceramica, porcellana, sacchetti, aspirapolvere, tutto ciò d cui si hanno dubbi. Per gli ingombranti e per i RAEE _ Rifiuti Apparecchiature Elettriche e elettroniche – ci si può rivolgere, per concordare il ritiro, agli operatori. Il sindaco Fabio Accardi dichiara: “Esprimiamo grande soddisfazione per il risultato ottenuto. È un risultato storico perché, a distanza di due anni dall’inizio del mandato, siamo passati da una situazione di grande disagio – Barrafranca era sommersa dai rifiuti e c’era un servizio di raccolta impazzito. Si è lavorato tanto in questo periodo fino a portare la situazione alla normalizzazione. Negli ultimi sei mesi il servizio di raccolta porta a porta ha funzionato regolarmente e la città è stata pulita in maniera eccellente”. “Da adesso – continua il sindaco Fabio Accardi – cominciamo la seconda fase che è quella di avviare la raccolta differenziata e da lunedì 28 maggio partiremo con il servizio porta a porta con un calendario di raccolta differenziata. Inoltre anche con i servizi di pulizia stradale. Si è fatto un grande lavoro e siamo soddisfatti per quello che abbiamo fatto e per quello che stiamo riuscendo a realizzare”. “Naturalmente siamo convinti che nel primo periodo – aggiunge il sindaco di Barrafranca – potrà esserci  qualche disagio dovuto all’inizio dello start up della raccolta differenziata ma confidiamo nella pazienza e nel buon senso di tutti i cittadini. che piano piano dovranno comprendere che il servizio di raccolta differenziata porta a porta implica un impegno sia domestico ma anche di rispetto del calendario”. Il sindaco di Barrafranca continua: “Emaneremo a breve l’ordinanza con gli orari di conferimento e con le giornate indicate nel calendario che già i cittadini stanno ricevendo a casa. Riceveranno le buste per la raccolta dell’umido. La società di gestione consegnerà solo le buste per la raccolta dell’umido”. “La parte differenziabile come carta, cartone, vetro, lattine e indiffenziata si potranno conferire con buste normali, preferibilmente trasparenti”. “Gli operatori di cantiere che girano per i quartieri consegneranno il coupon con i calendario e cominceranno a consegnare, entro sabato,  le buste per la raccolta dell’umido. Se ciò non dovesse avvenire, gli utenti dovranno usare le buste biodegradabili che ricevono dai supermercati, almeno nel primo periodo”. “Se ci sono delle segnalazioni, delle indicazioni, i cittadini possono rivolgersi  all’Ufficio Aro – Ambito Rifiuto Ottimale – che abbiamo creato al Comune i cui dipendenti si occuperanno esclusivamente di questo”. “Un’altra raccomandazione per chi vive nelle contrade ed è abituato a conferire i rifiuti  a piazza Fiore, potrà conferirli in via dello Stadio, dietro il campo sportivo e in prossimità di via Salvo D’Acquisto. Lì c’è una piazzola dove metteremo ogni giorno un compattatore e si seguirà anche lì il calendario della differenziata. Lunedì, giovedì e sabato l’umido. Martedì, carta e cartone. Mercoledì vetro e lattine e solo il venerdì indifferenziata”. E continua: “In più stiamo predisponendo un’area – ma per questo abbiamo bisogno di qualche settimana – un centro di raccolta temporaneo, nella zona ex Amandes, dove c’è l’ufficio tecnico. Lì abbiamo cercato di predisporre un’isola ecologica, nelle more che si realizzi il CCR, Centro Comunale di raccolta”.  E conclude: “Ci auguriamo che la cittadinanza collabori e che, nel breve periodo, possiamo raggiungere livelli di differenziata apprezzabili”. “Questo è un obiettivo che questa amministrazione ha posto già in essere”. Gaetano Milino

Previous Barrafranca. Lubedì 28 maggio inizia la raccolta differenziata le informazioni per iniziare correttamente
Next Barrafranca. La Rassegna “Contemporanea/mente 2018” passa alla sessione Little Stage con i Da Black Jezus