Pietraperzia. Due milioni di finanziamenti per opere pubbliche

Pietraperzia. Due milioni di finanziamenti per opere pubbliche

Le opere finanziate sino ad oggi sono per il restauro del Chiostro Santa Maria di Gesù e poi un altro finanziamento per la realizzazione del Centro Comunale di raccolta

Li ha ottenuti il Comune di Pietraperzia. Nel 2017 il Comune di Pietraperzia ha già partecipato a ben quattro bandi pubblici per ottenere finanziamenti di opere pubbliche. Si conosce già l’esito di tre dei quattro bandi a cui ha partecipato il Comune. Pietraperzia si è aggiudicata ben due bandi su tre, ed ha ottenuto quasi € 2 milioni di finanziamento. Le opere finanziate sino ad oggi sono: il restauro del Chiostro Santa Maria di Gesù con un finanziamento di un milione e 200 mila euro. Sono finanziamenti nazionali che arrivano dal Patto per il Sud attraverso al Regione Sicilia. Il secondo finanziamento arriva dalla Regione. È stato erogato per la realizzazione del Centro Comunale di raccolta per un importo totale di quasi 600 mila euro. Il bando per le strade vicinali Tornambè non è stato ammesso ma ma ci sono buone probabilità che venga ripescato. Il Chiostro di Santa Maria di Gesù verrà interamente recuperato, con spazi destinati ad aule studio e, finalmente, alla biblioteca comunale che verrà immediatamente trasferita. Questo permetterà al Comune di Pietraperzia un considerevole risparmio economico. Attualmente la biblioteca si trova in un immobile privato per il quale il Comune paga un affitto mensile. Negli anni, purtroppo, si sono lasciati in totale abbandono molti immobili comunali che avrebbero potuto accogliere la biblioteca ma si è scelto di continuare a “pagare” l’affitto. “Oggi, finalmente, raggiungiamo – afferma il sindaco Antonio Bevilacqua – un doppio obiettivo: si recupera un bene di valenza storica e si risparmiano parecchi soldini dei contribuenti”. Il Centro Comunale di Raccolta o CCR, servirà a permettere l’avvio del sistema di raccolta porta a porta della differenziata. Ciò significa che, finalmente, verranno rimossi tutti i cassonetti e le campane distribuiti per il paese. “Con un po’ di impegno, Pietraperzia – conclude il sindaco Bevilacqua – diventerà uno dei Comuni virtuosi sul piano dei rifiuti. Ogni utente potrà collocare i rifiuti davanti la porta di casa propria; ogni giorno una frazione diversa. In questo modo ci saranno notevoli risparmi economici. A proposito di risparmio in bolletta, alcuni utenti stanno già approfittando dei benefici derivanti dall’utilizzo di una compostiera domestica o dall’avere adottato un cane randagio: per loro nel 2017 risparmi fino a 365 euro. GAETANO MILINO

Previous Troina - Avviati i lavori per il nuovo parcheggio di contrada Parapia’
Next Piazza Armerina. Arresti per rissa aggravata e un terzo denunciato a piede libero