Pietraperzia. Fiamme in contrada “Piano Noci”

Pietraperzia. Fiamme in contrada “Piano Noci”

- in Pietraperzia

“Fiamme anche a Piano Noci. Nessun danno”. Lo comunica il sindaco di Pietraperzia Antonio Calogero Bevilacqua. “Nel pomeriggio di ieri – scrive Bevilacqua in Facebook Comune di Pietraperzia – anche a Pietraperzia è divampato un pericoloso incendio in zona Piano delle Noci”. “A causa del forte vento – scrive ancora Bevilacqua – le fiamme si sono estese molto velocemente e hanno messo in pericolo in poco tempo case di campagna e anche i boschi in cima alla collina”. E continua: “Tuttavia non si è registrato nessun serio danno”. “In una Sicilia in cui tutto sembra andare storto, a Pietraperzia tante cose hanno funzionato”. Il sindaco di Pietraperzia spiega anche il perché dello scampato pericolo. “Il coordinamento della Prefettura che ha convocato un tavolo di crisi per gestire eventuali emergenze; i viali parafuoco realizzati bene e in tempo dagli operai forestali, che hanno evitato che il fuoco si propagasse all’interno del bosco”. “Occorre pure segnalare – continua il sindaco di Pietraperzia – il gesto di alcuni operai che, nonostante non fossero in servizio, si sono ugualmente recati in loco per essere certi che tutto andasse per il meglio”. Il sindaco di Pietraperzia continua: “Le squadre antincendio dei Vigili del fuoco e della Forestale sono intervenute in forze (impiegati 8 mezzi) ed hanno domate le fiamme e messo in salvo aziende agricole ed abitazioni”. “I Vigili Urbani hanno accompagnato le squadre di soccorso ed hanno effettuato le verifiche necessarie a scongiurare che ci fossero pericoli per persone e cose”. Piano delle Noci si trova a circa tre chilometri dal centro abitato. Si raggiunge dopo avere imboccato, da Largo Canale, la provinciale 91 che congiunge il paese alla statale 560 Pietraperzia Marcatobianco Enna. GAETANO MILINO

You may also like

PIETRAPERZIA. Celebrata la giornata della Legalità. Quattro alberi intitolati ad altrettanti giudici uccisi dalla mafia.

La manifestazione, nella mattinata di martedì 28 maggio