Pietraperzia / Recrudescenza di furti

Pietraperzia / Recrudescenza di furti

PIETRAPERZIA. Recrudescenza di furti, scassi e qualche scippo. L’ultimo in ordine di tempo è avvenuto nella notte di venerdì in contrada Satanà dove i ladruncoli hanno preso di mira una villa gentilizia appartenente a due sorelle nubili Sarina e Borina G. che di solito abitano in campagna. I ladruncoli dissennati e disfattisti hanno arrecato danni alle suppellettili dentro l’abitazione ed hanno portato via oggetti di poco valore; ma in modo particolare hanno preferito generi alimentari di uso quotidiano, come salsa e caffè. Ieri mattina le due sorelle come di consueto sono andate in campagna ed hanno preso atto dello scasso. Hanno avvisato i carabinieri della stazione di via San Giovanni Bosco ed in modo solerte il maresciallo Giuseppe Geraci con alcuni carabinieri si è recato sul posto per le rilevazioni del caso. Le ruberie nelle campagne sono diventate consuete e quindi disturbano il dato sociologica di andare a trascorre qualche giornata in campagna. Anche in paese si sono riscontrati furti in appartamenti con una puntigliosa metodicità.
Il sindaco Antonio Bevilacqua ha interessato il Prefetto di Enna Maria Rita Leonardi che ha presieduto una conferenza provinciale sull’ordine pubblico ed alla quale hanno partecipato il sindaco Antonio Bevilacqua e la comandante dei vigili urbani Giovanna Di Gregorio.
La situazione in paese è alquanto problematica, infatti vi sono circa mille e 500 case non abitate che spesso sono state visitate dai ladruncoli. Purtroppo lo stato di miseria in cui è caduto il paese ha scombinato tutti gli equilibri. Vi sono alcuni giovinastri che hanno perduto l’equilibrio sociale e quindi fanno parecchi atti inconsulti, compresi gli scassi e furti di macchine; anzi ora si spostano nei paesi vicini come Barrafranca, Caltanissetta, Riesi ed Enna.
Il presidente del consiglio ha annunciato che a breve presiederà un’assisi comunale sull’ordine pubblico.

Previous ACCADDE… OGGI 26 febbraio 1903
Next PIETRAPERZIA / Prevenzione glicemia promossa dall’associazione di volontariato Giubbe d’Italia