Giuseppe La Rosa è presidente della sezione Avis per i prossimi quattro anni

Giuseppe La Rosa è presidente della sezione Avis per i prossimi quattro anni

Annunziata Bongarrà invece ricoprirà il ruolo di vicepresidente

Confermato per la sezione locale Avis per il prossimo quadriennio il presidente uscente Giuseppe La Rosa mentre Annunziata Bongarrà assume il ruolo di vicepresidente. Questo il responso dopo l’assemblea annuale dei giorni scorsi e l’elezione dei membri del direttivo dell’associazione i quali hanno proceduto come da statuto all’elezione del presidente di sezione. Per l’Avis è il sesto direttivo da quando è nata l’associazione (1999) e con la recente elezione di La Rosa è la prima volta nella storia della sezione che un presidente viene rieletto (è la seconda volta in un decennio) per dare, in un certo senso, la continuità del lavoro fatto negli anni precedenti. “ Abbiamo svolto diverse attività – afferma il neo presidente La Rosa – e fa veramente piacere come l’atto della donazione di sia diffuso nella nostra comunità. Ringrazio il direttivo per la fiducia concessa e cercherò di onorare con passione e onestà il difficile ruolo concessomi”. Giuseppe La Rosa, 48 anni, lavora all’antincendio della forestale ed è sposato con Rosetta Maria Bevilacqua, ed ha tre figli, Martina, Antonino e Marco. La Rosa con questo è stato eletto quindi per tre mandati  Oltre al presidente La Rosa nel direttivo c’è Annunziata Bongarrà (vicepresidente), Alessandro Amore (segretario) e poi i consiglieri Sonia Geraci, Salvatore Salvaggio, Luigi Ferrigno e, infine, le “new entry” Giusy Farchica e Salvatore Marotta. Con l’Avis collaborano gli infermieri Salvatore Bonfirraro, Mauro Faraci, Salvatore Spataro, Noemi Maniglia, Maria Catena Russo, Katia Tambè, Luigi La Rosa e i medici Salvatore Bevilacqua, Salvatore Perri, Lillo Gueli, Rosaria Ippolito, Graziella Simonte, Giusy Aiello e Pietro Avola. “Superate le difficoltà per l’acquisto della nostra sede – continua La Rosa – della sua ristrutturazione e per l’accreditamento secondo le nuove direttive, i prossimi quattro anni saranno completamente dedicati ai soci e ad una crescita sempre maggiore in termine di impegno e di crescita della sezione. Un impegno particolare e maggior spazio sarà dedicato ai giovani, anche in considerazione dei circa cento nuovi donatori che, per la maggior parte, sono di una fascia di età compresa tra i 18 e i 25 anni”. Intanto ieri nella sede sociale di via Ferrara solo state raccolte 34 sacche di sangue su un totale di ben 90 sacche in tre raccolte (due a gennaio e una a febbraio quella di ieri). Nel 2016 in dodici mesi l’Avis ha raccolto circa 800 sacche. Nella sede Avis collabora la volontaria del servizio civile per quest’anno, Roberta Andolina.

Previous L'associazione Italia Giovani O.N.L.U.S. saluta il Palagiovani!
Next ACCADDE… OGGI 14 Febbraio 1848