“La notte Nazionale del liceo classico”, edizione 2017, grande partecipazione e grande successo.

Ieri, 13 gennaio l’I.S.I.S.S “G. Falcone” di Barrafranca ha celebrato la sua seconda edizione (terza a livello nazionale) della Notte Nazionale del Liceo Classico, promossa dalla Dirigente Scolastica, prof.ssa Maria Stella Gueli e coordinata dalla prof.ssa Angelina Privitelli, docente di Lettere classiche.

“Non possiamo pretendere che le cose cambino, se continuiamo a fare sempre le stesse cose”

Finalità ultima è quella di dimostrare all’opinione pubblica il ruolo identitario che la cultura classica riveste nell’Europa di oggi e come la creatività dei giovani possa riallacciare i fili tra tradizione e innovazione.In apertura il saluto della Dirigente e del sindaco, prof. Fabio Accardi, docente presso lo stesso Liceo Falcone, che ha voluto leggere un brano di Albert Einstein sulla crisi il cui messaggio è “Non possiamo pretendere che le cose cambino, se continuiamo a fare sempre le stesse cose”.

Gli alunni del Liceo,insieme ai loro docenti hanno preparato momenti dedicati alla lettura e alla musica dal vivo, coreografie, un’attività di astronomia e osservazione della volta celeste, curata dalla prof.ssa Elsa Renna,e uno spettacolo teatrale, curato dalle prof.sse Lorena Salfi, Maria Galluà e Angelina Privitelli: la commedia “Odissea”, ispirata al poema omerico e scritta da Giovanni R. D. Viola, alunno della IV A Liceo Classico. La commedia ha raccontato tutte le tappe del viaggio di Ulisse, interpretato da Giuseppe Scaletta, in maniera divertente e spiritosa, vivacizzata da canti e coreografie. Belli i costumi, la scenografie e molto bravi sono risultati tutti gli studenti-attori che hanno riscosso grande successo.

Ad arricchire la lunga e intensa serata ci sono stati ospiti di riguardo, come lo scrittore e giornalista catanese Francesco Russo, che ha presentato il suo ultimo lavoro, la traduzione de Il piccolo principe, raccontando anche la sua drammatica esperienza al Bataclan, durante l’attentato di Parigi del 13 novembre 2015 e Giorgio Alessi, grande atleta di Valguarnera che, dadeca-Iron man, è arrivato tra i primi 14 del mondoin gare che vedono consecutivamente alternare il nuoto, il ciclismo e la corsa.L’incontro,curato dal prof. Giuseppe Diana, ha destato molto interesse e curiosià da parte del pubblico.

Presenti anche gli alunni della scuola secondaria di primo grado “G. Verga” e “Don Milani” di Barrafranca che hanno proposto un mini concerto di musica classica e rock, coordinati magistralmente dal prof. Francesco Pantusa.

Tali attività assumono sicuramente un alto valore formativo per gli studenti e uno stimolo per la rinascita culturale della comunità di Barrafranca.

Anche quest’anno si è dato spazio alla degustazione di cibi ispirati alle abitudini culinarie degli antichi, con un laboratorio sulle ricette dell’autore latino Apicio, tratte dall’opera De re coquinaria, curato dalla prof.ssa Carmen Battiati con gli alunni della IIA. Un laboratorio creativo, curato dalla prof.ssa Stella Faraci si è occupato di allestire i costumi delle ancelle; i costumi delle Ninfe e Nereidi sono stati forniti dall’Archeoclub di Aidone, le colonne dal gruppo Arcobaleno di Barrafranca.Gli altri richiami al modo classico come cartelloni e scenografie sono stati realizzati interamente dagli alunni della scuola.

Previous Roberto Caputo, la sua arte incontra Dolce & Gabbana
Next Arrestato ventisettenne per resistenza e minacce a pubblico ufficiale