La nuova confraternita dell’Immacolata accoglie l’appello del vescovo Rosario Gisana a riscoprire i contenuti della fede professata

La prima funzione alle ore 6 con la messa dell'Aurora e poi la distribuzione delle "Muffulette"

Nasce una nuova confraternita a Barrafranca nella chiesa di San Francesco che viene presentata alla comunità in occasione della festa dell’ Immacolata Concezione. La chiesa aperta da poco dopo un lungo restauro è retta dalla chiesa Madre dove parroco è don Giacomo Zangara. Il primo mattone della confraternita è stato posato  diversi mesi fa ma i nuovi confrati hanno partecipato alla novena in questi giorni dove hanno incontrato non solo le confraternite locali ( quelle più antiche del Santissimo Crocifisso e di Sant’Alessandro) ma anche della diocesi. Durante i giorni della novena presente anche il vescovo Rosario Gisana il quale ha presieduto martedì pomeriggio la funzione religiosa augurando alla nuova confraternita e al nuovo priore che i confratelli sposino a pieno  l’idea di fede professata grazie a questo percorso intrapreso. La statua che si trova nella chiesa San Francesco è lignea e anticamente veniva portata in processione per cui vi era anche l’esistenza di una confraternita dell’ Immacolata. Mesi fa quindi la volontà dei parrocchiani ha permesso di ripristinare un’usanza a cui il quartiere è molto legato e che tuttavia si stava perdendo. Il priore della confraternita è Emilio Malacasa e i confratelli sono 26. Nel giorno della vigilia ad officiare la messa è stato don Luigi Sansone mentre all’inizio i confrati dopo che il nuovo priore ha presentato e chiamato per nome tutti i confrati, tramite don Giacomo Zangara, ha invitato ad indossare i mantelli con i colori ufficiali della confraternita, il bianco e il celeste.  Domani mattina alle ore 6 la prima messa dell’Aurora con la distribuzione delle “Muffolette”; le altre messe la mattina alle ore 9 e 11. Nel pomeriggio il simulacro dell’Immacolata alle ore 17,30 sarà trasferito in chiesa Madre dove alle ore 18 sarà celebrata la Messa. Subito dopo la processione (prevista alle ore 19 per alcune vie della parrocchia mentre il simulacro ritornerà nella chiesa di San Francesco.

 

 

Previous Progetto "Libriamoci". Alunni della Don Milani partecipano alla giornata sulla lettura
Next ALL’IRCCS OASI MARIA SS DI TROINA INNOVATIVA TECNICA PER IDENTIFICARE VELOCEMENTE LE ALTERAZIONI DEL DNA