Volontari barresi nelle zone terremotate per consegnare la raccolta effettuata nei giorni scorsi

Tanta la solidarietà dimostrata da parte della popolazione barrese ed anche di alcuni esercenti commerciali di Enna




Volontari dell’Amico Soccorso portano materiale di prima necessità, medicine e alimentari per la popolazione terremotata del Centro Italia.
Due sono i barresi della protezione civile, Gaetano Bernunzo e Calogero Collerone che hanno raggiunto da poco con un furgone pieno di diverso materiale le zone terremotate (sono partiti ieri giovedì ore 15 circa) per consegnare i tanti beni donati dalla popolazione barrese. Alla delegazione barrese si è aggiunta la presenza dell’ennese Anna Schirò, che lavora come caposettore nel comune di Barrafranca ma che è partita da volontario: avendo saputo della raccolta dell’Associazione Amico Soccorso la Schirò ha trovato disponibilità di diverso materiale e quindi la solidarietà non si è fermata nei confini barresi ma si è registrata anche ad Enna. La raccolta dei beni è stata possibile grazie alla disponibilità del gruppo Roe (raggruppamento operativo emergenza) dell’ Anvas (Associazione nazionale volontari assistenza soccorso) dove presidente nazionale è Gianni Marchegiani. Il mezzo con i tanti prodotti già ha avuto assegnato la zona dove portare i viveri ossia nel campo Roi vicino la zona colpita dal terremoto, una frazione di Amatrice. A Barrafranca hanno aderito le farmacie (Agozzino e Mattina), le parafarmacie ( Paternò, Balsamo e Piazza) con materiale utile come medicine da banco, garze, biberon, termometri, ciucci, disinfettante, cerotti, pannoloni e pannolini. Molti barresi in questi giorni spontaneamente si sono recati nella sede associativa oppure donato, durante la raccolta di un solo giorno, qualcosa all’uscita dei supermercati (Eurospin di viale Generale Cannada, Despar di via Ferreri Grazia e Supermercato Costa di via Po). Questi i numeri della raccolta: tra i vari prodotti 10 quintali di pasta, 100 chili di zucchero, riso, biscotti, omogeneizzati, carne in scatola, prodotti per igiene intima. Ma la solidarietà non si è fermata anche perché il mezzo per recarsi ad Amatrice è stato messo a disposizione in concessione gratuita da un commerciante di viale della Repubblica, Salvatore Puzzo. E’ stata raccolta anche la somma di 600 euro da destinare alla popolazione dei terremotati”. Durante la spedizione sarà presente materiale alimentari, prodotti di igiene personale e giocattoli, dettati dalla generosità di alcuni commercianti di Enna Bassa e Pergusa (Farmacia Sant’Anna della dott. Elena Alerci, Negozio giocattoli di Patrizia Orefice, Gioco Idea Bike di Vincenza Vetri, Bazar Casalinghi, e supermercato Putiamo di Claudia Bellomo). Per l’occasione Anna Schirò consegnerà alle istituzioni locali una lettera di solidarietà da parte del sindaco barrese Accardi. Questi i nomi dei volontari che hanno svolto la raccolta nei giorni scorsi: Gaetano Bernunzo, Mario Caputo, Filippo Caputo, Roslinda Lombardo, Luigi La Loggia, Silvana Caputo, Francesco Cannata, Daniel Bernunzo, Filippo Strazzanti e una volontaria di Mazzarino, Maria Caterina Catrini,




Previous Entro Sabato 3 settembre le iscrizioni alla sfilata "I RITINI"
Next "Ercole D'oro" a Troina. Cerimonia di premiazione degli sportivi ennesi tra spettacolo e cabaret con Davide Simone Vinci di Insieme