Chi è il candidato a sindaco Angelo Ferrigno?

Chi è il candidato a sindaco Angelo Ferrigno?

- in Elezioni




Ha 49 anni ed è già nonno del piccolo Francesco di circa un anno. Nonostante ciò, non si sente per nulla vecchio ma pronto a combattere e battagliare per cercare di essere rieletto come sindaco in vista delle amministrative di domenica prossima. È Angelo Ferrigno, detto “Lo Squalo” con un passato da calciatore. Si è dato questo soprannome perché lui, quando calcava i campi di calcio, “divorava” tutti e non lasciava spazio agli avversari. La sua lista è formata da “Megafono”, “Sicilia Democratica” e “Partito Socialista Italiano”. Angelo Ferrigno, geometra e impiegato alla condotta agraria di Barrafranca, è sposato con Epifania Bonanno ed ha quattro figlie: Lucia, Pasqua Ambra Simona, Nadia ed Ersilia rispettivamente di 26, 22, 21 e 17 anni. I genitori del piccolo Francesco sono Nadia Ferrigno e Filippo Drogo. Angelo Ferrigno è stato sindaco di Barrafranca dal 2007 al 2012. In quello stesso anno non è stato rieletto per 160 voti di scarto sul primo “classificato”. “La mancata rielezione è stata una mia negligenza perché non abbiamo saputo spiegare all’elettorato la nuova legge con il voto disgiunto”. La sua lista aveva riportato cinquemila voti contro i quattromila del suo “concorrente” Salvatore Lupo. La prima volta era stato eletto, nel 1993, con una lista civica, come consigliere comunale. È stato anche presidente del consiglio comunale e presidente delle commissioni consiliari al Comune barrese. Ferrigno e stato anche vicesindaco e assessore con l’amministrazione Marchì. Dal 2004 al 2006 collaboratore dell’ex assessore regionale Paolo Colianni. Lui si è ricandidato “per mettere la mia esperienza al servizio dei cittadini barresi”. Gli assessori designati sono Roberto Messina, Rosa Anna Rita Ligotti e Maria Bonincontro. Quali i punti salienti del Suo programma? “È molto conciso ma mirato a risolvere i problemi del nostro Comune”. “Altri obiettivi, uscire dall’Ato rifiuti e non entrare nell’Ato Idrico. A questo proposito Barrafranca è l’unico Comune dell’Ennese fuori dall’Ato Idrico. Questo per fare risparmiare i cittadini sul costo dell’acqua”. Angelo Ferrigno mira a valorizzare l’agricoltura e incrementare il turismo. Questo “punto passa attraverso la valorizzazione del Carnevale Barrese e della Settimana Santa”. Lui non dimentica i cantieri di servizio, gli ex articolisti e gli ex Rmi che farà di tutto perché vengano stabilizzati o quanto meno vengano continuati i relativi progetti. “Cercheremo di garantire i cittadini dando i servizi che io ho cercato di migliorare nella mia legislatura”. Angelo Ferrigno preferisce non chiamare quella del sindaco una “poltrona” e non dimentica i suoi trascorsi calcistici. A 49 anni vuole continuare a dare un contributo personale alla sua città. “La mia voglia e la mia foga, la mia testardaggine di ex calciatore è quella di combattere fino al 90’ per mettere la palla in rete, in questo caso di portare benessere alla mia città”.
GAETANO MILINO




You may also like

Il barrese Giuseppe Amore campione regionale

Il barrese Giuseppe Amore si aggiudica per la