Aeroporti siciliani, si conferma l’interesse per i voli interregionali e su scala nazionale. Non riescono a decollare, invece, i voli internazionali

Aeroporti siciliani, si conferma l’interesse per i voli interregionali e su scala nazionale. Non riescono a decollare, invece, i voli internazionali




Il rinnovato interesse delle compagnie aeree per gli aeroporti siciliani e l’alacre lavoro delle società aeroportuali sta cambiando il volto dell mercato dei viaggi in terra siciliana. Il tradizionale sistema charter che, fino ad ora, ha caratterizzato i collegamenti con la Regione, quindi, sta decisamente integrandosi con una serie di voli stabili sul medio e lungo raggio. Si conferma l’interesse per i voli interregionali e su scala nazionale. Non riescono a decollare, invece, i voli internazionali che restano marginali. Il problema? Certamente la mancanza di programmazione. Segue la mancata comunicazione.

 Ciò è quanto emerge dalla 18° Edizione di Travelexpo, inaugurata venerdì 8 aprile alla Fiera del Mediterraneo di Palermo, da Roberta Clemente, studentessa dell’Istituto Tecnico per il Turismo Marco Polo. Madrina l’assessora alle Attività produttive del Comune di Palermo, Giovanna Marano.

Elevata la partecipazione del pubblico alla tre giorni. Tra i 2000 partecipanti soprattutto addetti ai lavori. La categoria maggiormente presente è stata quella degli agenti di viaggio, sicuramente motivati anche dalla campagna “Agenzie di viaggio a porte aperte”, in programma per domenica 17 aprile e che prevede la possibilità, per il cliente, di scegliere quando prenota in agenzia di viaggio, la possibilità di scegliere tra numerosi benefit e promozioni, dedicate dagli Operatori partecipanti a Travelexpo.

 Certo, di questi tempi sarebbe il caso di consultare anche un elenco banche online, per controllare se alcune offrono la possibilità di ottenere piccoli prestiti per finanziare, magari, la propria vacanza (approfondimenti su www.migliorcontocorrente.org/elenco-banche-online.htm). Secondo l’Amministratore della Logos, Toti Piscopo: “Travelexpo, grazie alla sua formula innovativa, si conferma come una vera grande Borsa del turismo globale non per definizione ma per consacrazione da parte degli operatori turistici che numerosi hanno partecipato a questa diciottesima edizione, da espositori e visitatori. Una bella soddisfazione che compensa il disimpegno dell’Assessorato al Turismo della Regione Siciliana e la formale presenza del Comune di Palermo. Travelexpo è ormai adulta e come spesso succede nelle migliori famiglie la tendenza è di andare via da casa.”

 Ha sortito, inoltre, un forte interesse anche la nuova piattaforma virtuale, Travelfair 3D, presentata da Travelnostop, che farà da apripista alla realizzazione della prima borsa virtuale sul turismo internazionale. Tra i vari curiosi anche il Sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, che ha apprezzato soprattutto lo stand della Gesap e quello della Fondazione Unesco.




Previous Ex sindaco Lupo al commissario Parrinello: " La rescissione della convenzione su contrada Albana priverebbe un importante elemento a vantaggio della comunità barrese"
Next Un successo la prima edizione "Corri Papà" grazie alla collaborazione di genitori - figli