Bronzo per l’atleta Paolo Giuliana mentre è un buon secondo posto come società per lo Shotokan Club nella classifica regionale 2016

Bronzo per l’atleta Paolo Giuliana mentre è un buon secondo posto come società per lo Shotokan Club nella classifica regionale 2016

E' il risultato del campionato regionale di Karate per cinture nere Cadetti (16/17 anni) maschili di domenica scorsa al Palazzetto dello Sport “ Akradina” di Siracusa

Lo Shotokan Club di Barrafranca, l’unica società in lizza della provincia di Enna, unica a livello regionale ad avere negli ottavi di finale ben tre atleti, ha partecipato ottenendo risultati che confermano, l’altissimo livello della società barrese nelle arti marziali. Si è concluso, nel migliore dei modi, il Campionato Regionale Ufficiale di Karate per cinture nere Cadetti (16/17 anni) maschili nella specialità KARATE promossa dell’ Attività Federale CONI – FIJLKAM (Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali), domenica 20 marzo nel  Palazzetto dello Sport “ Akradina” di Siracusa.Non a caso in precedenza la società a febbraio ha ottenuto il terzo posto regionale nella classifica della categoria “Junior” e il terzo posto nella classifica degli “Assoluti”. Non particolarmente entusiasta, però, il direttore tecnico dello Shotokan Club, il prof. Francesco Strazzanti a causa di un non perfetto arbitraggio che ha penalizzato eccessivamente la dinamica della gara e che avrebbe potuto restituire addirittura risultati ancora più lusinghieri agli atleti barresi. Ma andiamo alla gara: Il primo a salire sul tatami della poule B è Filippo Barbagallo che batte per 5 a 0 Alberto Billetta della Real Società di Monreale, nella poule A invece Josè Aquila perde il primo turno contro Gabriel Lo Giudice della Kia Body Line di Palma di Montechiaro. Non è una grande prestazione quella di Josè, sicuramente ha prevalso la tensione e l’ansia derivante da una lunghissima assenza dalle competizioni. E’ il turno dell’atleta barrese Paolo Giuliana: gli occhi di tutto il palazzetto sono puntati su di lui dato che era tra i favoriti e sicuramente il migliore atleta in campo. Vince 5 a 0, nonostante la piccola sbavatura in una lieve perdita di equilibrio. Ma non c’è storia, il gap tra lui e l’avversario Paolo Vella del Gymnasium di Comiso è abissale. La perdita di equilibrio sarà la trappola per l’altro atleta barrese Filippo Barbagallo che a causa di ciò dovrà cedere il passo al comunque fortissimo Marian Popa de Il Tempio di Vittoria. Ma le delusioni non finiscono lì, nei quarti di finale “inspiegabilmente”  il giudizio arbitrale per 3-2 è favorevole a Gabriel Lo Giudice che infine conquisterà l’argento e relegherà Paolo Giuliana, che nonostante avesse regalato al pubblico una straordinaria e ben gestita prestazione, ai turni di recupero ipotecando una finale che avrebbe meritato di vincere al cento per cento. Nei ricuperi, quindi, l’atleta barrese, forse caricato dalla immeritata sconfitta ai quarti supera surclassando tutti gli avversari per 5 a 0 a partire dal compagno di squadra Josè Aquila, (che comunque migliora la sua performance ma che non basta contro l’agguerrito Paolo Giuliana); nella cordata finale dei ricuperi Giuliana supererà sempre con il massimo punteggio il messinese Ivan El Ouadrassi e, infine, Salvatore Rametta dell’Energy Center di Floridia ed è Bronzo. Il podio vedrà sul gradino più alto Pietro Lisi della SK Patti (da sempre battuto dal Paolo Giuliana) ma quest’anno il sorteggio lo ha voluto nella poule B e pertanto non c’è stato lo scontro diretto. Nonostante tutto, positivo è il bilancio della società barrese poiché tutti e tre gli atleti barresi, Paolo Giuliana (terzo), Josè Aquila e Filippo Barbagallo (entrambi in settima posizione), si sono qualificati per la finale nazionale che si disputerà a Ostia Lido (Roma) il prossimo 16 aprile e la somma del loro punteggio porta lo Shotokan Club di Barrafranca alla 2° posizione definitiva nella classifica regionale 2016 come società di appartenenza.

Previous VIA CRUCIS animata dalle classi quinte del plesso “Europa”
Next Posticipata a SABATO 26 marzo la rappresentazione VASACRA