Rappresentazione de “La fuga in Egitto” in piazza Regina Margherita. Il fercolo di San Giuseppe in processione

Rappresentazione de “La fuga in Egitto” in piazza Regina Margherita. Il fercolo di San Giuseppe in processione

Estratti a sorte i nomi dei personaggi che sabato rappresenteranno la Fuga in Egitto in piazza Regina Margherita. I protagonisti dellla sacra rappresentazione saranno Stefano Bonincontro (San Giuseppe), Alida Cumia (Madonna), Simone Cucchiara (Gesù Bambino), Salvatore Messina (Angelo); e poi Salvatore Brizzi (primo ufficiale), Luigi Geraci (secondo ufficiale) e Gianluca Petrino (terzo ufficiale). La tradizione vuole che nel giorno di San Giuseppe in chiesa, si recano il Bambino alla presenza di Maria e Giuseppe e l’Angelo per poi rappresentare la fuga in Egitto con un corteo che parte dalla chiesa fino ad arrivare in piazza Regina Margherita dove ci saranno anche i tre ufficiali di Erode a cavallo. “Siamo chiamati a partecipare alla festa del patrono della chiesa universale San Giuseppe – afferma il parroco della chiesa Madre, Giacomo Zangara – la cui figura è stata inserita da papa Francesco in ogni canone romano in quanto come ha custodito la vita di Gesù e Maria custodisca anche la chiesa; ma io aggiungo che San Giuseppe custodisca anche le nostre famiglie facendo un augurio a tutti i papà”. Una festa molto sentita per la comunità barrese dove il simulacro verrà portato a spalle sabato sera dopo la messa (ore 19). La festa cade nel giorno della vigilia della domenica delle palme. Don Zangara ha fatto un accorato invito ai fedeli per partecipare nel momento di preghiera ma anche al giorno della processione.Intanto a Barrafranca sono iniziate le “Tavolate di San Giuseppe” con la presentazione di diverse pietanze e si è caratterizzato per aver scelto il tema della solidarietà. Tra questi l’associazione Maria SS della Stella della presidente Pina Marotta ha invitato i soci non a portare pietanze da consumare nella sede dell’associazione ma beni di prima necessità a lunga scadenza: questi beni verranno destinati alla famiglie barresi che ne hanno di bisogno. Anche alcuni ragazzi nell’associazione hanno rappresentato la sacra famiglia: Luigi Bonincontro (San Giuseppe), Anna Giunta (Madonnina) ed Emanuele Flammà (Gesù Bambino).

Previous Al "Falcone" giornata nazionale di volontariato dedicata alla qualità e alla vivibilità degli edifici scolastici.
Next I giovanissimi della Barrese accedono alla fase regionale di Calcio a 5