Un disagio che sfocia in corteo e che vedrà la partecipazione di una larga fascia di popolazione

Un disagio che sfocia in corteo e che vedrà la partecipazione di una larga fascia di popolazione

Oggi pomeriggio alle 15,30 un corteo di studenti e semplici cittadini affolleranno le strade principali del paese per il grave disagio politico istituzionale e sociale.
Alla stasi dell’ente dato che ancora deve insediarsi il nuovo commissario (ci sono voci in giro che potrebbe insediarsi già stamattina e potrebbe Antonio Parrinello dato che nessun documento ufficiale da parte della Regione è arrivato al comune) anche la situazione da un punto di vista sociale barcolla dato che i problemi incalzano vedi l’emergenza rifiuti a cui non si è dato ancora una svolta e anche una serie di problemi tra cui gli abbonamenti per gli studenti pendolari; tra questi anche quello della diga Olivo dove la stagione irrigua che dovrebbe essere alle porte è molto incerta. Al corteo si uniranno anche gli agricoltori barresi con i loro trattori e ci sarà anche la solidarietà anche dei colleghi di Mazzarino dato che sarebbero penalizzati i due comuni. L’iniziativa è una sorta di protesta pacifica dove le associazioni locali e la scuola, dopo un incontro di sabato scorso nella struttura Palagiovani di viale Signore Ritrovato vogliono evidenziare lo scollamento di istituzioni che, a volte, non risolvono i tanti problemi che presenta una cittadina. A questo si aggiunge una grave situazione politica che dopo la sfiducia al sindaco dello scorso novembre da parte del consiglio comunale e poi l’insediamento del commissario Pio Guida dello scorso dicembre, il quale però si è dimesso lo scorso 15 febbraio.Se Guida si è dimesso la Regione deve sostituirlo con un altro dirigente, ed è colui che accompagnerà la cittadina alle prossime elezioni comunali. La sfiducia al sindaco Lupo senz’altro è stato l’inizio di un declino non solo dal punto di vista del decoro urbano ma anche, ci dicono in tanti, dal punto di vista culturale. Nel giorno delle dimissioni del commissario Guida gli studenti si erano riuniti in piazza per la grave situazione inerente l’emergenza sanitaria per cui, anche se gli operatori hanno lavorato, ancora di problemi c’è ne sono. Anche i dirigenti scolastici e i presidenti del consigli di istituto delle scuole di ogni ordine e grado nei giorni scorsi hanno sottoscritto un documento in cui chiedono la rimozione immediata dei rifiuti con la relativa disinfestazione e il ripristino dei servizi essenziali. Il corteo prevede la partenza da via Pio La torre (sede dell’istituto del liceo Falcone) e percorrerà il viale Generale Cannada, il corso Garibaldi, via Roma, via Umberto per concludersi in piazza Regina Margherita. Al corteo aderirà anche la Cisl scuola di Enna.

Previous Tragedia nel mare di Cefalù. Cordoglio da parte della comunità per la morte del Sub Giovanni Saldigloria
Next Regalata tela della Madonna della Stella alla chiesa San Nicolò